Jannik Sinner si lascia andare dopo la sconfitta: le sue parole

Jannik Sinner ha combattuto ad armi pari con Nadal, ma alla fine lo spagnolo ha avuto la meglio. L’altoatesino è davvero deluso

Jannik Sinner
Getty Images

Gli Internazionali di Roma potevano rappresentare l’occasione della definitiva consacrazione per Jannik Sinner. Il giovane tennista aveva voglia di lasciare il segno in Italia, tanto che aveva fatto una promessa ai suoi fans in caso di vittoria.

LEGGI ANCHE: Internazionali Tennis 2021, la promessa di Sinner: “Se vinco lo faccio”

Invece il tabellone e uno straordinario Nadal hanno spento i sogni di gloria dell’altoatesino. Il match contro il maiorchino è stato uno spettacolo e ha tenuto incollati alla tv milioni di spettatori, mentre il pubblico non potrà ammirare Sinner da vicino visto che gli impianti saranno aperti soltanto a partire da oggi.

Jannik Sinner dopo la sconfitta con Nadal: “Dovevo fare di più”

Getty Images

Jannik ha ricevuto tantissimi complimenti per aver tenuto testa al numero 3 del mondo, che ha vinto 7-5 6-4. Però l’italiano non si da pace e alla fine della partita ha fatto trasparire tutta la sua delusione ai microfoni di Sky Sport: “E’ difficile parlare. E’ una partita per cui sono deluso e triste. Le emozioni sono negative. Ovvio, la partita è stata ad alto livello. Ero sopra nel primo e nel secondo set, ma non riuscivo mai a chiuderla“.

Sinner e Nadal si erano affrontati già al Roland Garros lo scorso anno, ma da allora i progressi dell’altoatesino sono stati davvero notevoli. Eppure, non sono bastati a dargli la tanto sperata vittoria: “Qua sapevo che potevo…dovevo fare qualcosa in più. Solo questo. Tanto rispetto e complimenti a lui, perché è un giocatore incredibile. Però oggi fa male”.

LEGGI ANCHE: Atp Montecarlo, Djokovic troppo forte per Sinner: il risultato del match

Nonostante la delusione ed il rammarico, va ricordato che Nadal è davvero imbattibile sulla terra rossa. L’impressione è che continuando su questa strada il gap potrebbe essere colmato. Jannik già oggi rivedrà la partita insieme al suo coach Riccardo Piatti: entrambi hanno avuto la stessa impressione, sarà proprio quel dettaglio mancante a fare la differenza in futuro.

Impostazioni privacy