MotoGP, Marquez stroncato da un ex campione: “La vedo molto dura”

332

MotoGP, Marc Marquez stroncato da un ex campione che non crede di vederlo lottare di nuovo per il titolo: “La vedo molto dura”

(Getty Images)

La vittoria nel GP di Germania, pista storicamente sulla quale è sempre arrivato primo tranne lo scorso anno quando era assente giustificato forse aveva illuso qualcuno. Ma Marc Marquez non è ancora completamente guarito dal grave incidente dello scorso anno a Jerez e la sua Honda non è più quell’arma infallibile che gli permetteva di dominare.

I primi a saperlo sono gli addetti ai lavori, anche chi come Jorge Lorenzo non frequenta più la posta come pilota ma ha un occhio attento a quello che succede in MotoGP. Sono stati avversari per anni, ma fuori dalla pista sono anche amici (forse per qualche tifoso di Rossi ricordando il passato, persino troppo) e quindi il maiorchino sa cosa vuol dire.

Oggi, ospite di Sky Sport per commentare una sessione di prove della MotoGP, l’ex campione del mondo con la Yamaha è stato chiarissimo. Massima stima per Marquez, per la sua carriera e per quello che ha fatto fino ad oggi. Però rivederlo a quei livelli sarà molto difficile.

Jorge Lorenzo (Getty Images)

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> MotoGP Aragon, zampata Bagnaia e doppietta Ducati nelle qualifiche

MotoGP, Marquez stroncato da un ex campione: in un anno è cambiato tutto

I dubbi di Jorge Lorenzo sono chiari: “Prima dell’incidente di Jerez, Marc era più forte che mai, mi sembrava molto superiore agli altri. Però la caduta ha fatto saltare tutti i piani: senza quella avrebbe vinto il Mondiale nel 2020 e nel 2021. Penso che stia poco alla volta migliorando. Ma la vero dura, anche se non abbiamo tutte le informazioni necessario su come sta quel braccio. Non è al livello di prima fisicamente e così è molto difficile”.
Rossi e Lorenzo
Jorge Lorenzo e Valentino Rossi ai tempi della Yamaha (Getty Images)

Poi ha ricordato il suo passato da pilota. Ha corso nell’era in cui c’erano anche Rossi e Pedrosa, Stoner e Marquez, tutti campioni con caratteristiche diverse ed era un piacere sfidarli. Oggi invece da ex pilota si rilassa: “Non ho pressione e mi godo la vita”.