Michael Schumacher, l’ultima dichiarazione spiazza tutti: “Non è morto”

258

Michael Schumacher, l’ultima dichiarazione spiazza tutti: “Non è morto”. Parole d’affetto che arrivano da chi l’ha conosciuto molto bene

(Getty Images)

E dire che quel giorno non ci voleva nemmeno andare. Non gli sembravano le condizioni ideali per sciare, stava pensando di cambiare totalmente programmi per passare la fine anno a Dubai, ma il destino lo aspettava sulle piste francesi di Mèribel. Da allora sono passati quasi otto anni e non abbiamo più immagini pubbliche di Michael Schumacher, nè dichiarazioni sul suo stato di salute se non quel poco trapelato dalla famiglia e dagli amici più stretti.

Schumi sta lottando e questo è l’aspetto più importante in questo capitolo della sua storia. Nessuno sa realmente se sia ancora nella sua villa svizzera sul Lago di Ginevra oppure, come suppone qualcuno, da tempo sia stato trasferito nell’altra residenza di famiglia a Mallorca. Ma tutti fanno il tifo per rivederlo presto.

Anche chi, come Piero Ferrari, l’ha conosciuto da vicino quando guidava la monoposto che porta il nome di suo padre. Parlando a margine di una premiazione, il vice presidente Ferrari ha ricordato quanto fosse piacevole passare del tempo con lui. Ma poi si è anche scagliato contro chi diffonde notizie inesatte: “Mi spiace davvero che ne parliamo oggi come fosse morto, lui non è morto. Michael c’è, ma non riesce a comunicare”.

Piero Ferrari (Getty Images)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Michael Schumacher, è un ritratto inedito: il pubblico si commuove

Michael Schumacher, l’ultima dichiarazione spiazza tutti: le dichiarazioni di speranza della famiglia

Piero Ferrari ha notizie dirette dalla famiglia e dai pochi amici che sono ammessi a visitare il campione. Come Jean Todt, che l’ha guidato dal muretto in tutte le sue stagioni vincenti con la Ferrari, o ancora Luca Badoer che è stato suo compagno in Ferrari ed è diventato suo amico anche lontano dalla pista.

Poi c’è la famiglia, soprattutto la moglie Corinna che da allora a oggi non l’ha mai mollato un attimo. Di recente, alla presentazione del documentario che è visibile da un paio di settimane su Netflix, per la prima volta si era aperta: “Mi manca ogni giorno, ma non sono l’unica a cui manca. I bambini, la famiglia, suo padre, tutti sono intorno a lui. Michael manca a tutti, ma Michael c’è. È diverso, ma c’è. E questo ci dà forza, credo”.