Serie A, un’altra panchina a rischio? Arriva la decisione ufficiale

273

Serie A, un’altra panchina a rischio? Arriva la decisione ufficiale da parte del club e i tifosi aspettano novità importanti

Sono bastati gli anticipi della 12^ giornata di Serie A per acuire la crisi di un club e riemettere tutto in discussione. Il Cagliari è stato battuto 2-1 in casa dall’Atalanta, che oggettivamente fa un altro campionato rispetto ai sardi e ha dominato la partita. E con questo risultato la squadra del presidente Giulini resta ultima in classifica.

Serie A, anche la panchina del Cagliari di nuovo a rischio? (Getty Images)

Il club aveva già dato una scossa dopo tre giornata esonerando Leonardo Semplici e affidando la panchina all’esperienza di Walter Mazzarri. Ma l’arrivo del tecnico livornese non ha prodotto quella scossa attesa dall’ambiente. Sei punti nelle prime 12 giornate, ma soprattutto con il nuovo allenatore sono arrivate solo una vittoria (con la Samp), due pareggi e sei sconfitte, quattro consecutive.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Cagliari-Atalanta 1-2 Highlights, Voti, Tabellino: autorevolezza Dea

Serie A, un’altra panchina a rischio? Le parole della società sono chiare

Ecco perché alla fine della partita con l’Atalanta è tornato di moda il tema dell’esonero di Mazzarri e di un possibile ritorno per Semplici. Prima del via il direttore generale, Mario Passetti, intervistato da Sky,  Sport aveva detto chiaramente cosa pensa la società: “Con Mazzarri abbiamo appena iniziato un lungo progetto e avrà tutto il tempo da qui al mercato di gennaio con il ds, per capire chi vuole essere davvero da Cagliari e chi no. Chi non se la sente potrà andare altrove”.

Walter Mazzarri a Cagliari (Getty Images)

Una posizione che è rimasta tale anche alla fine della partita, per quelle che sono le ultime indiscrezioni da Cagliari. Mazzarri è apparso mortificato ma combattivo: “Purtroppo la situazione in classifica ci sta penalizzando, così come le assenze.  Ci dispiace, ma non molliamo di un millimetro e bisogna lavorare ancora di più. Ora incontreremo squadre più alla nostra portata”.

Il calendario del Cagliari da qui alla fine del girne d’andata prevede Sassuolo, Verona, Inter e Juventus fuori casa oltre a Salernitana, Torino e Udinese in casa. Non impossibile, almeno con 3-4 avversarie, ma serve un’inversione di rotta.