Irlanda del Nord-Italia, i tifosi azzurri invadono Windsor Park

221

Lo stadio di Belfast di Windosr Park sarà completamente esaurito in vista della partitissima tra Italia e Irlanda del Nord, con una vasta percentuale azzurra

Irlanda Nord Italia
I tifosi dell’Irlanda del Nord (Getty Images)

A Belfast riferiscono che il primo settore di Windsor Park che è andato esaurito immediatamente dopo l’apertura della vendita dei biglietti è quello riservato ai tifosi ospiti.

Irlanda del Nord-Italia allo stadio

Anche se l’Irlanda del Nord non ha nulla da giocarsi se non il prestigio di una partita dignitosa e alla pari contro i campioni d’Europa, ogni gara dei giocatori dei Norn Irons è considerato un vero e proprio evento. Biglietti a ruba, rarissimo che le partite della squadra nazionale nordirlandese non coincidano con un sold out.

La casa dell’Irlanda del Nord è Windsor Park, lo stadio del Linfield, un piccolo delizioso impianto costruito con le tradizionali tribune all’inglese che può ospitare non oltre 18mila persone e che così tanta gente le vede sempre ed esclusivamente per le partite della nazionale. E non certo per il club che ha una media di non più di tremila spettatori a partita.

LEGGI ANCHE > Irlanda del Nord-Italia, altra defezione per Mancini: quanti problemi!

Windsor Park

Lo stadio non ha divisioni né tra i vari settori, presidiati dagli steward né tra spalti e campo. Un’esperienza del tutto normale per il pubblico anglosassone che stupirà di oltre 1500 tifosi italiani che sono riusciti ad accaparrarsi il prezioso tagliando per la partita in programma domani, lunedì, alle 20:45.

In Irlanda del Nord vivono per lavoro, ma anche perché nel frattempo hanno messo su famiglia, non meno di 3000 italiani. Almeno 500 di loro saranno allo stadio e sono stati i primi a comprarsi i biglietti. Un migliaio saliranno invece dall’Italia anche perché, nel corso delle ultime settimane, le difficoltà legate alla pandemia si sono un pochino ridimensionate.

LEGGI ANCHE > Italia, incubo spareggi per il Mondiale: c’è una novità importante nel format

Avvertenze per chi parte

Chi parte dall’Italia dovrà compilare il modulo online per il trasferimento, il PLF, comunicando l’aereo di arrivo e di partenza, l’eventuale albergo fi appoggio e facendo un tampone il cui risultato deve essere negativo per imbarcarsi al rientro in Italia. Senza greenpass non si parte, senza greenpass e tampone negativo non si rientra: a meno di non rispettare la quarantena al rientro. Ma pochissime compagnie consentono l’imbarco a chi non ha il tampone (lo swab) negativo. Lo si effettua anche all’aeroporto di partenza: o in qualsiasi farmacia.

È una partita che vale il Mondiale. I fedelissimi della squadra azzurra sono pronti a partire, molti sono già in Irlanda da ieri, per un weekend lungo. La speranza è che la serata possa concludersi in un grande clima di festa.