Inter-Torino, il colpo grosso lo fanno i ladri: 200mila euro di bottino

301

Durante Inter-Torino, ultima partita dell’anno in programma a San Siro, alcuni ladri fanno irruzione nella casa del nerazzurro Stefano Sensi

Inter Torino
L’Inter in fuga in campionato (Ap LaPresse)

Un bottino ingente. Non meno di 200mila euro in contanti, gioielli, preziosi oltre a uno splendido orologio Patek Philippe del valore, solo quello, di 70mila euro.

Inter, ladri a casa Sensi

É il bottino approssimativo del colpo che una banda di ladri specializzati è riuscita a mettere a segno nell’appartamento di Stefano Sensi proprio mentre il nerazzurro era in campo contro in Torino in quella che era l’ultima partita del girone d’andata del campionato di Serie A.

Al momento del rientro a casa per il giocatore e la moglie, Giulia Amodio, la bruttissima sorpresa.

Il loro splendido appartamento moderno nella zona Gae Aulenti era stato svaligiato. I ladri hanno approfittato dell’assenza dei padroni di casa per fare irruzione all’interno dell’abitazione forzando, con ogni probabilità, una porta finestra al primo piano virgola che dà sulla cucina.

LEGGI ANCHE > Inter, Zhang si fa gli auguri e blinda Simone Inzaghi

Stefano Sensi
Stefano Sensi con la divisa della Nazionale (Getty Images)

200mila euro di bottino

Da qui si sarebbero mossi indisturbati tra il salotto e le camere da letto eludendo il sistema di allarme e portando via quante più cose possibili in poco tempo, privilegiando gioielli, orologi, tutti i soldi che hanno trovato e anche alcune borse firmate.

A tarda notte il giocatore e la moglie hanno presentato denuncia, con i poliziotti che hanno effettuato i rilievi del caso nel tentativo di trovare alcune tracce che possano ricondurre ai malviventi. Si tratta soltanto dell’ennesimo di una serie di colpi ai danni di calciatori nel corso di queste ultime settimane: particolarmente battute non soltanto la zona di Milano, ma anche Roma.