Juventus fuori dalla Champions League, annuncio shock: sta per succedere

183

Juventus fuori dalla Champions League, annuncio shock: sta per succedere. Rischio altissimo per i bianconeri, torna l’incubo

Il campo ha detto che la Juventus non corre nessun rischio per la prossima Champions League e nelle ultime quattro giornate potrebbe puntare anche al terzo posto. Ma in realtà i bianconeri, entrati dalla porta rischiano di uscire clamorosamente dalla finestra.

Massimiliano Allegri (ANSA)

Tutto parte dall’ordinanza emessa la scorsa settimana da Sofia Gil, il nuovo giudice del tribunale commerciale di Madrid. Ha dato il via libera alla UEFA he ora può sanzionare i tre club ribelli che lo scorso anno avevano varato in gran segreto il progetto Superlega. Quindi oltre alla Juve anche Real Madrid e Barcellona.

Come spiega ‘La Gazzetta dello Sport’ il massimo organismo del calcio europeo aveva già stabilito una multa da 15 milioni di euro, più la trattenuta del 5% dei premi UEFA. Se le tre società pagheranno, potranno evitare le sanzioni ulteriori. Ma se non dovessero farlo, scatterebbe la pena maggiore da scontare. Cioé l’esclusione dalla Champions League edizione 2023/2024.

Juventus fuori dalla Champions League, in due anni può cambiare tutto

Ancora di recente il presidente della Uefa, Aleksander Ceferin, è stato chiaro nel documento di bilancio della passata stagione. “Uno dei due momenti che non scorderò mai del 2020/21 è la rivolta dei tifosi di calcio in tutta Europa contro il cosiddetto progetto ‘Superlega’. I tre club che persistono nel tentativo di resuscitare il progetto fallito della Superlega sono stati i primi a registrarsi per la Champions League 2021/2022. La dice lunga sul loro impegno e fiducia nel concetto”, ha spiegato.

E ancora una volta ha ricordato che il principio delle coppe europee è quello della parità assoluta fra tutti i club, che possono entrare per meriti e non per soldi. Invece la Superlega, per come era stato ideato il progetto dal 12 club fondatori, era un circolo ristretto, senza promozioni e retrocessioni. E non avrebbe redistribuito i benefici a tutto il resto del calcio europeo.

Dirigenza Juventus
La dirigenza attuale della Juventus (ANSA)

Milan e Inter, ma anche Arsenal, Chelsea, Tottenham, Liverpool, Manchester City e Manchester United, oltre all’Atletico Madrid, avevano fatto un passo indietro subito. La Juventus, insieme a Barça e Real, invece ha tenuto duro fino ad oggi e continuerà a farlo. Perché i tre club aspettano il parere della Ue sulla presunta posizione di monopolio della Uefa, anche se serviranno tempi lunghi. Ma in ogni caso dalla stagione 2024/2025 la formula della Champions League cambierà, è già stato stabilito. E allora tutto passerà in secondo piano, forse.