Fernando Alonso punge Hamilton: l’annuncio colpisce i tifosi

386

Fernando Alonso punge Hamilton: l’annuncio colpisce i tifosi. Lo spagnolo ha lanciato una frecciatina al sette volte campione del mondo

Il pilota dell’Alpine è carichissimo in vista del Gran Premio di casa a Barcellona e ha espresso un personale giudizio sul difficile momento che sta attraversando “Il Re Nero”.

Alonso-Hamilton
Fernando Alonso punge Hamilton (AnsaFoto)

E’ arrivato il momento di correre il Gran Premio di casa per Fernando Alonso e come ogni anno è davvero carico per la gara al Montmelò. L’asturiano è l’unico spagnolo ad aver vinto un appuntamento in casa (due volte a Barcellona e una volta a Valencia). Tra l’altro il suo acuto del 2013 con la Ferrari resta l’ultimo successo di Maranello in Spagna. Alla vigilia delle prime Prove Libere, Alonso ha rilasciato un’interessante intervista alla BBC, in cui fa riferimento anche all’eterno rivale Lewis Hamilton. I due hanno condiviso un anno della loro carriera nello stesso box (McLaren), quando nel 2007 il britannico fece l’esordio in F1. Da lì le loro strade si sono divise, anche perchè due galli nello stesso pollaio difficilmente possono starci. Quello che sembrava un rapporto molto freddo, però, con il passare del tempo si è trasformato in qualcosa di diverso, con un profondo rispetto l’uno verso l’altro.

Questa è la natura dello sport – spiega Alonso -. A volte hai una macchina migliore, a volte non hai una macchina così buona e hai ancora bisogno di combattere e fare qualche progresso. Lewis sta guidando bene come negli ultimi otto anni. Stava dominando e battendo tutti i record, e ora è un secondo dietro gli altri. Quindi, welcome to my world, Lewis…“.

Fernando Alonso punge Hamilton: “Ora è a un secondo dai migliori. Benvenuto nel mio mondo Lewis”

Alonso e Hamilton
Alonso punge Hamilton (AnsaFoto)

Poi proseguendo nella sua disamina l’alfiere dell’Alpine prosegue:Questa è la F1. Non sarà uno sport leale in termini di numeri, ma è uno sport di squadra più di ogni altra cosa e tendiamo a dimenticarlo, soprattutto quando abbiamo successo. Siamo così felici per quello che stiamo ottenendo che, anche se proviamo a condividerlo con il team, tutti i titoli sono per il pilota. Hamilton si merita tutto ciò che ha ottenuto in passato, ma quest’anno è un buon promemoria del fatto che in tutti quei record e numeri c’è una parte importante, e cioè la macchina. Penso che comunque alla fine Lewis sarà in grado di arrivare davanti a Russell in questo campionato. Quando le cose saranno più complicate o se ci saranno situazioni difficili da affrontare il suo talento e la sua esperienza faranno la differenza“.