Attacco Juventus, spunta un nome a sorpresa: il vice Vhahovic sarà lui

223

Attacco Juventus, spunta un nome a sorpresa: il vice Vhahovic sarà lui. Mossa a sorpresa della dirigenza bianconera, tifosi divisi

Tanti nomi, tante trattative abbozzate, tanti sogni per i tifosi. Ma adesso per le big della Serie A è arrivato il momento di concretizzare perché il tempo del primo ritiro estivo è più vicino di quello che sembra. Succede anche in casa Juventus, a caccia del vice-Vhahovic.

Attacco Juventus (ANSA)

Al momento nella rosa di Massimiliano Allegri c’è ancora Alvaro Morata che però a fine mese dirà addio a Torino per fare rientro all’Atletico Madrid e cercare una nuova squadra. Troppo ampia la distanza tra la richiesta degli spagnoli, che hanno fissato il riscatto a 35 milioni di euro, e l’offerta due bianconeri che invece non si schiodano da quota 20 milioni.

Quindi il casting per la prima punta che dia un po’ di riposo a Dusan Vlahovic diventando anche la sua prima alternativa, in Serie A come in Europa, resta aperto. Il nome di Luis Muriel, in uscita dall’Atalanta, è di sicuro richiamo anche per i tifosi ma pure il colombiano costa tanto. E allora spunta un candidato a sorpresa per un’idea low cost: Giovanni Simeone.

Attacco Juventus, spunta un nome a sorpresa: il piano per portarlo da Allegri

La candidatura del 26enne argentino figlio d’arte è rilanciata con forza da ‘La Gazzetta dello Sport’ che spiega i dettagli della trattativa. Simeone è reduce da un’ottima stagione al Verona, la migliore da quando è arrivato in Italia, ma ora tornerà al Cagliari che ne detiene il cartellino. Non per fermarsi, perché la Serie B non fa per lui, e anche i sardi hanno necessità di monetizzare.

La Juventus si sta muovendo su un doppio binario. Rilevare il cartellino versando 15 milioni di euro nelle casse del Cagliari. Oppure ancora meglio potrebbe un proporre al Cagliari un prestito oneroso con obbligo di riscatto sempre per quella cifra. In più il ‘Cholito’, che quest’anno prendeva 1,5 milioni di euro a Verona, rientra ampiamente nel tetto salariale bianconero.

Giovanni Simeone (ANSA)

Nei giorni scorsi altri nomi erano stati accostati al gruppo di Allegri. Come Arek Milik (seguiti già dai tempi del Napoli) che sarà riscattato dal Marsiglia ma costa decisamente di più e pretende anche molto di più. O come Marko Arnautovic, reduce da ua stagione brillante al Bologna. Per ora la Juve non ha ancora scelto.