Rally WRC di Sardegna, vincono Hyundai e Tanak: tanti incidenti – VIDEO

256

Ne sono letteralmente successe di tutti i colori nel corso dell’attesissimo appuntamento italiano, l’unico della stagione, del Rally WRC di Sardegna con la vittoria dell’estone Tanak

Indiscutibile la vittoria dell’estone Ott Tanak nel Rally WRC di Sardegna. Un dominio incontrastato nel corso delle prove speciali decisive, in particolare tra sabato e domenica.

Rally Sardegna Tanak
Ott Tanak, prima vittoria dopo un anno e mezzo nel Rally WRC (Foto ANSA)

Il pilota della Hyundai, che non vinceva una prova del mondiale rally dall’evento in Finlandia dello scorso anno, si è aggiudicato sei delle otto prove speciali del sabato e altre due prove speciali nel corso della mattina di domenica, che hanno chiuso l’appuntamento.

Rally WRC Sardegna, vince Tanak

Oltre un minuto di vantaggio per Tanak sull’irlandese Craig Breen, con Ford Puma, e sul compagno di scuderia Dani Sordo, gli unici due avversari che in qualche caso sono riusciti a mettere in difficoltà un dominio assoluto e incontrastato. Tuttavia, a favorire non poco il ritorno alla vittoria del pilota estone della Hyundai, sono stati anche gli errori degli altri. A cominciare da quello dell’ex campione del mondo Thierry Neuville, fuori fin dalla prima prova speciale di venerdì, in grado di rientrare in corsa per conquistare i punti addizionali della power stage ma lontanissimo nella classifica finale del rally.

Ordine d’arrivo e classifica generale

Poi è toccato al finlandese Lappi, chi ha distrutto la macchina quando si trovava al comando provvisorio della classifica. Problemi anche per il leader del mondiale, Kalle Rovanpera, solo quinto con la Toyota, attardato fin dalla prima giornata di prove speciali. Così come per il gallese Elfyn Evans. In una vera e propria gara a eliminazione Tanak non ha dovuto far altro che concretizzare la propria superiorità senza commettere errori.

La vittoria nella power stage di Argentiera che ha chiuso l’evento in Sardegna, rende un po’ meno pesante il bilancio per Neuville. Il pilota belga, nonostante questi cinque punti addizionali, vede aumentato il divario nei confronti di Rovanpera, cui basta un quinto posto per consolidare la sua posizione al vertice del mondiale.

Prossimo appuntamento a Nairobi, nel deserto del Kenya, per l’attesissimo Safari Rally in programma dal 23 giugno.

Neuville, si cappotta con la Hyundai e prova a ripartire

Lappi, sfonda le sospensioni contro una roccia quando era al comando