“Voglio la maglia gialla”, un italiano si candida per il Tour de France

271

A poche settimane dalla conclusione del Giro d’Italia, i ciclisti italiani si preparano per il Tour de France con un paio di candidature importanti

Il Giro d’Italia si è chiuso poche settimane ha con la vittoria di Jai Hindley, il primo australiano capace di trionfare nella corsa in rosa.

Tour
Una suggestiva immagine del Tour de France (AP LaPresse)

Il 1 luglio parte il Tour de France tra moltissime aspettative per quella che è sicuramente la corsa a tappe più importante e ambita dell’anno.

Il Tour de France parte dalla Danimarca

La corsa in giallo parte da Copenhagen per la sua edizione numero 109. Un percorso lunghissimo di tre settimane che condurrà i ciclisti fino alla tradizionale passerella conclusiva degli Champs Elysees  di Parigi. Il programma di questa stagione è particolarmente duro e selettivo: 21 tappe, due delle quali a cronometro – la prima e la penultima – con tre giornate di riposo una delle quali subito dopo il prologo in terra danese.

Gli italiani in gara

Ventidue le squadre iscritte che a poco a poco stanno ufficializzando le loro presenze. Il Team Emirates ha ufficializzato accanto al campione in carico, Matteo Trentin in una supersquadra che comprende anche Soler, Majka, Bjerg e Bennett.  Tra gli italiani non ci sarà Nibali con la Astana che punta su Moscon, Battistella e Velasco. Spiccano anche Ciccone (Trek Segafredo), Cattaneo nella QuickStep del campione del mondo Alaphilippe, Damiano Caruso nella Bahrein di Landa ma soprattutto Filippo Ganna.

Punto di forza della Ineos Grenadiers è Ganna che potrebbe anche presentarsi da grandissimo favorito in occasione della prima tappa, una cronometro individuale di 13 chilometri nella quale il  verbanese potrebbe giocare un ruolo decisivo.

Filippo Ganna dopo la sua vittoria ai Mondiali (LaPresse)

“Sono in forma e in condizione – dice Ganna – ma soprattutto sono motivatissimo. Spero che non ci sia troppo vento e che le gambe girino come devono. Vestire la maglia gialla almeno una volta nella vita è un sogno per chiunque. Sicuramente è il mio. Cercherò di cogliere la mia occasione”.

A oggi sono trenta gli italiani che hanno vestito la maglia gialla almeno una volta. Ottavio Bottecchia l’ha indossata per 34 volte, più di qualsiasi altro ciclista azzurro. Seguito da Bartali (20), Coppi e Nibali (19). L’ultimo fu Giulio Ciccone nel 2019 anche se il ricordo iù vivo è quello di Marco Pantani, sette volte in giallo, considerando la leggendaria vittoria del 1998.