Charles Leclerc, la promessa fa impazzire i tifosi: vuole farlo davvero

245

Charles Leclerc, la promessa fa impazzire i tifosi: vuole farlo davvero. A poche ore dal GP in Canada il ferrarista suona la carica

Tutto quello che è successo negli ultimi due mesi avrebbe potuto abbattere un toro, perché Charles Leclerc ha messo insieme sei pole in stagione ma due sole vittorie. Eppure alla vigilia del GP del Canada in ferrarista non ha perso la sua carica.

Charles Leclerc (LaPresse)

Intervistato da ‘La Repubblica’, ha suonato la carica alla sua squadra e caricato i tifosi. Perché da febbraio ripete lo stesso concetto e nonostante le ultime mazzate ha ancora voglia di pensare che il suo sogno sia possibile: “Non smetto di crederci finché matematicamente non sarà più possibile. A fine anno mi vedo campione del mondo”.

Detto da uno che nelle ultime 4 gare ha perso 80 punti nei confronti di Max Verstappen e ora è costretto ad inseguire entrambi i piloti della Red Bull ha un sapore davvero particolare. Leclerc non è preoccupato dal fatto che presto sarà costretto a rincorrere fin dal via per le penalità che sicuramente lo colpiranno. E come ci crede lui, devono farlo anche gli altri. “Ho fiducia in questa squadra e una volta risolti i problemi, il passo e la performance ci sono”.

Charles Leclerc, la promessa fa impazzire i tifosi: con  Binotto è tutto a posto

Ancora una volta lui pensa in grande mentre Mattia Binotto, non solo per i recenti problemi al motore, indica prudenza. In realtà però non c’è nessun contrasto e i due la pensano allo stesso modo, perché in questa stagione quando tutto ha funzionato bene il monegasco ha vinto o almeno è stato in grado di lottare per la vittoria fino all’ultimo metro.

“Dobbiamo solo concentrarci su noi stessi e risolvere i guai al più presto. È un campionato importante, abbiamo una grossa opportunità di fare bene. C’è troppa positività quando le cose vanno bene e troppa negatività quando vanno male. Serve trovare un equilibrio”, ha ribadito Leclerc.

Formula 1 Baku Leclerc
A Baku ancora un ritiro per Charles Leclerc (AP LaPresse)

Non c’è nessun dubbio sul fatto che Verstappen sia l’unico e vero rivale per il titolo e Charles ammette che non ha nulla da invidiargli. “Siamo due piloti diversi. Io mi concentro su me stesso per essere la migliore versione di me, non sarò mai qualcun altro”.