Stefano Tacconi, il messaggio più dolce dal figlio Andrea: “Il mio orgoglio”

189

Stefano Tacconi, il messaggio più dolce dal figlio Andrea: “Il mio orgoglio”. Ancora una volta le novità arrivano dalla famiglia

Il 13 maggio scorso Stefano Tacconi compiva 65 anni ma è stata una festa a metà perché era ancora ricoverato all’ospedale di Alessandria dopo l’aneurisma. E adesso è arrivato un nuovo compleanno importante, quello del figlio Andrea che ha festeggiato 27 anni.

Andrea e Stefano Tacconi (Instagram)

Festa sì, ma ancora in tono minore perché la celebrazione più bella arriverà quando finalmente l’ex campione ritroverà la via di casa dopo le dimissioni definitive. Adesso è ancora al ‘Borsalino’ di Alessandria, il centro per la riabilitazione scelto dalla famiglia insieme ai medici che lo hanno seguito fin dal primo momento. E lì sta facendo tutto quello che serve per progredire, giorno dopo giorno.

Lui ancora di fatto ricoverato, il resto della famiglia che sta facendo una vita normale in attesa che la vera famiglia sia al completo. Intanto però, non potendo brindare con lui, Andrea lo celebra con un dolcissimo post in occasione del suo compleanno: “Gli eventi della vita mi hanno reso il ragazzo che sono, forte e coraggioso. Tanti auguri a me ma tanti auguri a te… Che sei il mio orgoglio più grande“. Poche parole che però racchiudono tutto.

Stefano Tacconi, il messaggio più dolce: Andrea gli è stato vicino sempre

Andrea è il più grande dei quattro figli nati dal secondo matrimonio di Stefano Tacconi, quello con Laura Speranza. Con lui ci sono anche Virginia, Alberto e Vittoria Maria, ma il maggiore della famiglia è da tempo il vero braccio destro di papà. Ha scelto una carriera decisamente diversa anche se ogni tanto gli capita di giocare, rigorosamente in porta, in partite di beneficenza. Lui si occupa della produzione di vini di alta qualità e con Stefano gira spesso l’Italia, tra incontri con i colleghi e fiere.

Da fine aprile, quando in un breve soggiorno ad Asti per una manifestazione alla quale era stato invitato il padre è avvenuto il malore, Andrea non lo ha mollato un attimo. Decisivo il suo intervento subito, come hanno confermato anche i medici successivamente, per riconoscere la gravità della situazione e allertare subito i soccorsi. E decisiva anche la sua presenza da allora fino ad oggi.

Tacconi
Stefano Tacconi (ANSA)

L’ultimo post era di due settimane fa. “Papà sta faticando molto ma fisicamente è ancora un ragazzino quindi se tutto va bene ci sono buone speranze di riaverlo a casa tra un paio di mesi. Vediamo uno spiraglio di luce dopo mesi devastanti, grazie a tutti per il supporto”.