Calciatore picchiato, sequestrato e derubato: terrore per il fuoriclasse

230

Quello delle rapine negli appartamenti dei fuoriclasse sta diventando una vera e propria consuetudine, un altro calciatore terrorizzato da una banda di rapinatori armati

Secondo un dato ufficioso dei sindacati calciatori europei, dall’inizio dell’anno sarebbero almeno una quarantina i casi di rapina a danni di calciatori professionisti e delle loro famiglie.

Calciatore Rapina

Casi clamorosi. Come quello di Pogba, la cui villa è stata assaltata mentre il giocatore era in campo e i suoi figli stavano dormendo in casa insieme a una baby sitter.

Rapine a mano armata

Ma ci sono stati molti episodi estremamente violenti, rabbiosi. Armi in pugno in Brasile, in casa di un giocatore del Sao Paulo. Ferite per Cancelo, colpito al volto durante una rapina nella sua abitazione. Episodi molti simili e altrettanto violenti anche per Lindelof, Fabinho, Reece James in Inghilterra. Altri giocatori, sia in Francia che in Inghilterra, sono stati inseguiti in moto dopo aver lasciato l’allenamento. E vengono rapinati in auto, per strada.

Il calciatore diventa un bersaglio

Aubameyang Calciatore Sportitalia 290822
Pierre Emerick Aubameyang, con la maglia del Barcellona (AP LaPresse)

Ma quello che e accaduto la scorsa notte a Pierre-Emerick Aubameyang va al di là di qualsiasi aspettativa. Una banda armata, non meno di quattro persone armate e mascherate, hanno scavalcato il cancello della sua villa nella zona residenziale di Castelldefels affrontando il giocatore che è stato minacciato e picchiato.

Un colpo molto più violento ma non molto diverso da quello che aveva subito Robert Lewandowski poche ore dopo essere arrivato in città dal Bayern Monaco. Due uomini lo avevano affiancato armi in pugno e si erano fatti consegnare il suo orologio da 75mila euro. Non esattamente un comitato di benvenuto.

In casa con Aubameyang c’era anche la moglie, minacciata armi in punto è costretta a consegnare gioielli e orologi. Da una prima ricostruzione il calciatore è stato costretto a sdraiarsi a terra. La ha aperto cassetti e armadi per consegnare la refurtiva. Svaligiata anche la cassaforte. La polizia sta ancora completando l’indagine e l’inventario di quanto rubato ma si parla di un colpo del valore non inferiore al mezzo milione di euro.