Marcell Jacobs, tutto in una notte: ennesimo bagno di folla

241

Il ritorno di Marcell Jacobs in Italia per una serata fuori dal comune in una settimana intensissima che si concluderà con il matrimonio

Impegni su impegni per Marcell Jacobs. E pazienza se la stagione abbia offerto davvero poche soddisfazioni rispetto a quello che ci potesse aspettare dopo il doppio oro olimpico di Tokyo.

Marcell Jacobs Sportitalia 140922
Marcell Jacobs sulla pista di atletica allestita sul lungomare di Caorle (foto Ardelean – Atleticamente – FIDAL Veneto)

Acciacchi e infortuni hanno complicato tutto. Assente ai Mondiali, Jacobs si è accontentato – se così si può dire – di un eccellente oro all’Europeo. E la stagione di fatto è finita qui.

Marcell Jacobs, ospite a Caorle

A distanza di un anno esatto dal suo rientro in Italia dopo gli ori olimpici, quando si presentò a Desenzano di fronte a una folla impressionante, Jacobs si è concesso per un altro bagno di folla esibendosi su una pista costruita a Caorle sul lungomare della località turistica in provincia di Venezia.

Sabato il matrimonio

Marcell Jacobs
Jacobs, con il tape sul polpaccio sinistro indolenzito dopo l’oro all’eEuropeo (Foto ANSA)

Sempre estremamente attento nel sensibilizzare soprattutto i più giovani a una vita attiva e impegnata nel mondo, Jacobs ha accettato volentieri l’invito di Caorle. Una corsa in scioltezza insieme ad alcuni compagni della squadra di atletica della polizia e della nazionale lungo una pista di 80 metri: niente medaglie, niente cronometro. Una semplice esibizione.

Marcell Jacobs ha spiegato perché ha accettato anche questo impegno: “Perché se mi invitano, e posso, vado ovunque. Lo scopo è quello di portare l’atletica fuori dagli stadi, sempre più vicina alla gente. Sperando che qualche ragazzo, come accadde a me molti anni fa, si appassioni. E ci provi. Poi noi dovremo essere bravi a coinvolgerlo e motivarlo, portandolo quanto più lontano sportivo. Anche solo per farlo divertire”.

Migliaia le persone presenti. Tanto affetto per Jacobs, accompagnato dal suo tecnico Camossi. E sabato il matrimonio con Nicole Daza, la compagna che gli ha dato due figli: “Stare accanto a un atleta non è mai facile. E lei lo ha fatto senza risparmiarsi e senza riserve, 24 ore su 24. Credo sia fiera di me. Il matrimonio sarà una giornata speciale. Sicuramente uno dei più belli della mia vita”.