Ranking ATP, prime due posizioni mai viste: la classifica di Sinner

Ranking ATP, prime due posizioni mai viste: la classifica di Sinne. Aggiornata la graduatoria del tennis mondiale con una clamorosa novità

Con l’inizio della nuova settimana arrivano gli abituali aggiornamenti del Ranking ATP. E la nuova graduatoria mondiale porta con sè qualche novità di assoluto spessore soprattutto ai vertici. Il ruolo della Spagna su tutti, ormai nuova potenza mondiale della racchetta.

Sinner
Jannik Sinner (LaPresse)

E’ infatti doveroso segnalare che per la seconda settimana consecutiva il vertice della classifica parla spagnolo: i primi due del Ranking ATP sono infatti  Carlos Alcaraz e Rafael Nadal, posizionati rispettivamente al primo e al secondo posto in classifica.

Si tratta di una novità assoluta nella storia del tennis, ma è il segno tangibile di una crescita quasi inarrestabile della Spagna in uno sport che fino a venti anni fa la vedeva certamente competitiva, ma non ancora a questi livelli.

In testa c’è Alcaraz, il grande talento, fresco vincitore degli US Open, colui che sembra destinato a raccogliere l’eredità di Rafa Nadal. E proprio il secondo posto del 36enne fuoriclasse di Manacor rappresenta in questo momento un forte valore simbolico.

Ranking ATP, Sinner resta al dodicesimo posto

Sinner
Jannik Sinner (Ansa)

Alle spalle dei due leader troviamo il norvegese Casper Ruud, il russo Daniil Medvedev e il greco Stefanos Tsitsipas, finalista nel torneo di Astana.

A completare la top-10 ci sono il tedesco Alexander Zverev, lontano dai campi per i problemi fisici legati al l’infortunio alla caviglia nel corso del Roland Garros e Novak Djokovic, che grazie al successo ad Astana ha conquistato il 90/o titolo in carriera.

Ottava, nona e decima posizione sono occupate rispettivamente dall’americano Taylor Fritz, per la prima volta tra i primi 10 tennisti del mondo e fresco vincitore dell’ATP 500 di Tokyo,  dal russo Andrey Rublev e dal britannico Cameron Norrie.

Stabilità è il termine adatto per indicare il momento del tennis italiano. I nostri due migliori interpreti, Jannik Sinner e Matteo Berrettini, pur senza scendere in campo nell’ultima settimana, sono rimasti rispettivamente al n.12 e al n.16 del mondo.

Nella top-100 anche Lorenzo Musetti (n.28), Lorenzo Sonego (n.51) e Fabio Fognini (n.59). C’è poi da sottolineare la crescita del diciannovenne pesarese Luca Nardi, approdato agli ottavi di finale del torneo di Astana, da oggi n.132 del mondo.

 

 

Impostazioni privacy