Mihajlovic, la verità di Saputo: il presidente rivela un retroscena drammatico sull’addio

Joey Saputo racconta la sua verità su Sinisa Mihajlovic: il presidente rivela un retroscena drammatico sull’addio dell’allenatore.

Il numero uno dei rossoblu è tornato sull’esonero dell’allenatore serbo che ha creato diverse polemiche: il retroscena drammatico ha scosso tutti, ecco cosa ha raccontato.

Sinisa Mihajlovic, ex allenatore del Bologna [Credit: web]
Sinisa Mihajlovic, ex allenatore del Bologna [Credit: web]
La situazione che sta vivendo il Bologna in questo inizio di stagione è indubbiamente molto delicata e la situazione di classifica deficitaria non aiuta a dare tranquillità all’ambiente. I rossoblu, che in estate hanno visto partire alcuni dei principali interpreti come Hickey e Svanberg, si trovano a fare i conti con pesanti critiche e polemiche anche per alcune scelte fatte.

Nel finale della scorsa stagione, dopo aver disputato un campionato più che sufficiente, gli emiliani avevano lanciato segnali non propriamente positivi iniziando a mancare i tre punti per diverse gare, una situazione che per molti era legata all’obbiettivo salvezza raggiunto con largo anticipo, per altri, invece, un chiaro segnale di chiusura del ciclo con Sinisa Mihajlovic in panchina.

L’allenatore serbo, grazie al suo grande rapporto con la squadra, è stato però confermato anche per il 2022/2023, ma il proseguo del momento no che aveva caratterizzato le ultime gare della Serie A 2021/2022, ha portato la dirigenza a scegliere di cambiare guida tecnica passando a Thiago Motta: una scelta molto criticata su cui è tornato il presidente rossoblu Joey Saputo.

L’esonero di Mihajlovic criticato ma inevitabile: ecco il racconto di Saputo

L’arrivo di Thiago Motta a Bologna non ha portato, per il momento, i risultati che dirigenza e tifosi si aspettavano. L’ex Spezia, chiamato a dare una sterzata al momentaccio dei rossoblu, non sembra riuscire a incidere quanto vorrebbe e questa cosa sta aumentano le critiche per l’esonero di Mihajlovic.

L’esonero del serbo, a causa anche della delicata situazione legata alla salute del tecnico, ha attratto diversi pareri negativi al punto che, nelle ultime ore, il presidente Joey Saputo è dovuto intervenire spiegando i motivi della scelta.

Joey Saputo, presidente del Bologna [Credit: web]
Joey Saputo, presidente del Bologna [Credit: web]
Il numero uno del Bologna, interrogato sull’esonero del tecnico ha così risposto: “Le critiche per l’esonero di Sinisa Mihajlovic? Posso dormire tranquillo la sera. Io e la società abbiamo fatto di tutto per aiutare l’uomo e l’allenatore”, una tranquillità che deriva dalla necessità di mettere la squadra davanti ai singoli, come riportato sempre dal presidente degli emiliani.

Per Saputo dunque, la separazione con Mihajlovic è stata inevitabile, pur rimanendo un profondo rispetto tra le parti, per citare sempre le parole dell’imprenditore canadese: “Sono partito subito dopo l’esonero, quando tornerò vorrei incontrarlo. Come persona non ho niente contro di lui”. Le critiche al momento restano ma solo il futuro potrà dire chi avrà avuto ragione.

Impostazioni privacy