Calcio sotto choc, l’addio di un grande campione gela i tifosi di tutto il mondo

237

Calcio sotto choc, l’addio di un grande campione gela i tifosi di tutto il mondo. La notizia è stata comunicata ufficialmente poche ore fa

E’ successo che nel mondo dello sport qualche grande protagonista decida di staccare la spina di punto in bianco, così senza preavviso. Il mondo dello sport è da sempre foriero di annunci a sorpresa, del tutto inattesi e che lasciano sgomenti.

Stadio
Stadi pieno (Ansa)

La regola in genere è la corsa alla maggiore longevità possibile. In tutte le discipline sportive molti dei campioni più celebrati hanno lottato come leoni contro lo scorrere inesorabile del tempo, rinviando il più possibile il momento più doloroso, quello del ritiro.

Anche nel calcio esistono esempi di grandi campioni arrivati alla soglia dei 40 anni con intatto il desiderio di continuare a tirare calci a un pallone.

Ma ad un certo punto, dal nulla, salta fuori l’eccezione, colui che a un certo punto dice basta e che appende gli scarpini al chiodo senza una ragione apparente lasciando tutti letteralmente a bocca aperta.

Tifosi, semplici appassionati, addetti i lavori, nelle ultime ore hanno provato una sensazione di vuoto improvviso, inatteso e non richiesto.

Perchè  mettere la parola fine a una carriera straordinaria è un giocatore che ha fatto la storia del calcio, in particolare quello spagnolo e catalano.

Sport sotto choc, Piquè annuncia il ritiro

Piquè
Gerard Piquè (LaPresse)

A soli 35 anni Gerard Piquè, il difensore bandiera del Barcellona e pilastro della Nazionale spagnola ha deciso di appendere gli scarpini al chiodo. Con un video-comunicato apparso sui suoi profili social, il centrale catalano ha annunciato il ritiro dall’attività agonistica.

Le sue parole, sincere e profonde, hanno commosso l’intero mondo del calcio e soprattutto l’ambiente blaugrana, che perde un giocatore simbolo degli ultimi anni.

“Culers, sono Gerard. Da mesi tanta gente parla di me, senza sapere niente. Ora oggi sono io che vi parlo di me. Come voi, sono del Barça da sempre. Quando ero piccolo io non volevo fare il calciatore, volevo essere un giocatore del Barça”.

E poi, l’annuncio sul suo ritiro che ha lasciato i tifosi blaugrana senza parole: “E’ arrivato il momento di prendere una decisione: ho sempre detto che dopo il Barça non ci sarebbe stata nessun’altra squadra e così sarà. Questo sabato giocherò la mia ultima partita al Camp Nou”.