Atalanta-Napoli 1-2, salutiamo la capolista – HIGHLIGHTS

239

Il Napoli è ufficialmente in fuga dopo la pesantissima vittoria esterna sul campo dell’Atalanta

Otto punti di vantaggio sull’Atalanta. E il gap del Napoli aumenta con questa vittoria sulla seconda in classifica che assume il tono di una vera e propria prova di forza da parte della squadra di Luciano Spalletti.

Atalanta Napoli Osimhen Sportitalia 051122
Victor Osimhen come sempre decisivo (AP LaPresse)

Vittoria in rimonta. Che deve mettere tuttavia in conto anche la prova di un’Atalanta coriacea, ma troppo imprecisa in fase offensiva.

La partita

Tante ambizioni per l’Atalanta, cinque punti sotto il Napoli nella classifica di Serie A, desiderosa di infliggere un altro sgambetto alla capolista dopo la sconfitta degli azzurri in Champions League a Liverpool, la prima dopo tredici vittorie. Dea priva di Muriel, infortunato.

Atalanta-Napoli 1-2

Atalanta Napoli Elmas Sportitalia 051122
Elif Elmas esulta dopo il gol del raddoppio (AP LaPresse)

Atalanta che parte con grandissima intensità. Subito un’occasione creata da Lookman per Hojlund ma Meret respinge. Poi è Kim a salvare in calcio d’angolo un’azione pericolosissima che Hojlund non riesce a concretizzare da pochi passi. Un tocco di Osimhen in piena area con il braccio vale il calcio di rigore con cui Lookman porta l’Atalanta in vantaggio. Ma non dura. Osimhen ancora una volta trascina la sua squadra trovando un micidiale colpo di testa su calcio d’angolo di Zielinski e poi servendo con un’azione da panzer la palla del raddoppio a Elmas. Mostruosa la ripartenza del Napoli sull’asse africano Anguissa-Osimhen.

Consistente la spinta dell’Atalanta alla ricerca del pari. Non è nemmeno molto fortunata la squadra di casa. Hateboer va a un niente dal bersaglio di testa su cross di Maehle, Lookman centra una clamorosa traversa (decisiva la deviazione di Meret), subito dopo è Hojlund a sprecare una clamorosa palla gol. Un bel secondo tempo con l’Atalanta che attacca tanto sprecando quasi tutto. Anche l’ultima conclusione di Zapata finisce alta. Con un Napoli micidiale in ripartenza: Simeone, entrato nella ripresa, che manda sul fondo in ben due occasioni la palla che poteva chiudere la partita. Finale infuocato con l’assalto dell’Atalanta che non trova la porta e va in polemica con l’arbitro per alcune valutazioni non corrette, compreso un netto calcio d’angolo non concesso ai padroni di casa.

Il Napoli la porta comunque a casa, tornando al successo in una serie positiva che comunque in Serie A arriva a nove vittorie consecutive, dal 3 settembre.

CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS DI ATALANTA-NAPOLI