Prezzo carburanti, altro cataclisma in Italia: automobilisti senza parole

387

Prezzo carburanti, altro cataclisma in Italia: automobilisti senza parole per quello che sta accadendo in queste ore.

Erano in molti ad attendere con il fiato sospeso un provvedimento urgente del nuovo governo insediatosi in seguito all’ultima tornata elettorale. E l’esecutivo presieduto da Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, non ha tardato a soddisfare le richieste di automobilisti e autotrasportatori.

Prezzo
Prezzo carburanti (Ansa)

Tutti coloro che per lavoro e per necessità sono costretti a trascorrere molto tempo in macchina attendevano con ansia che l’esecutivo mettesse mano alla questione più urgente in questo momento sul tappeto, la crescita spaventosa dei costi dell’energia.

Il governo presieduto da Mario Draghi, poco prima di spogliarsi definitivamente delle proprie funzioni, era comunque riuscito a ufficializzare la proroga del taglio delle accise fino al 18 novembre prossimo.

Una misura accolta con ovvia soddisfazione in tutto il paese, ma non sufficiente a rendere più sopportabili i costi dell’energia a medio e lungo termine. Spettava dunque al nuovo esecutivo, quello scaturito dalle elezioni legislative, concedere una nuova e ulteriore proroga.

Prezzo carburanti, taglio delle accise fino al 31 dicembre

Carburanti
Prezzo carburanti (Ansa)

E proprio a tal proposito è arrivata nelle ultime ore la notizia che nei prossimi giorni, sicuramente entro la data spartiacque del 18 novembre, il governo Meloni renderà ufficiale la proroga al 31 dicembre del famigerato taglio delle accise sui carburanti.

E’ quanto emerge dalla nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza (Nadef), pubblicata dal ministero dell’Economia, in cui si illustrano i nuovi interventi di “mitigazione del costo dell’energia” da coprire con un impegno di circa 9 miliardi di euro.

Queste misure, contenute all’interno del cosiddetto Decreto Aiuti quater in via di elaborazione, sarà licenziato dal Consiglio dei ministri in programma giovedì prossimo.

Vale la pena ricordare che attualmente il taglio è di circa 30 centesimi di euro per benzina e gasolio e di circa 10 per il Gpl, mentre al metano viene applicata un’Iva ridotta al 5%. Il taglio delle accise rappresenta dunque un vero e proprio toccasana per automobilisti e autotrasportatori.

Una misura i cui benefici aiuteranno a concedere un po’ di respiro ai bilanci di una larghissima fetta delle famiglie italiane. In attesa di tempi migliori, è comunque meglio di niente.