Bomba Massimiliano Allegri, via a giugno: il sostituto ha vinto la Champions

453

Bomba Massimiliano Allegri, via a giugno: il sostituto ha vinto la Champions. La Juventus ha deciso, il rapporto con il tecnico finirà presto

Fuori dalla Champions League, ma con l’obiettivo chiaro di portare a casa almeno l’Europa League e tonare in lotta per lo scudetto. Mancano due partite per chiudere un 2022 in chiaroscuro in casa Juventus e Massimiliano Allegri è tornato a respirare.

Massimiliano Allegri esonero
Bomba Massimiliano Allegri, via a giugno (ANSA)

La vittoria contro l’Inter, con un secondo tempo convincente dopo la bella figura contro il PSG di quatto giorni prima, ha dimostrato che la squadra è tutta con il suo allenatore. Ancora due partite prima di arrivare alla lunga pausa invernale e poi tutti in società tireranno le somme.

Un conto sono quelle dell’allenatore, un altro quelle del club che sta già immaginando la programmazione futura e il mercato di gennaio in questo senso darà idee precise. Dieci mesi fa alla Continassa arrivava Dusan Vlahovic che però a Torino non ha mai trovato continuità. Le prossime mosse ci diranno cosa vogliono i bianconeri e cosa vuole Allegri.

Bomba Massimiliano Allegri, via a giugno: clamorosa bomba in arrivo dalla Spagna

Intanto però dalla Spagna nelle ultime ore è stata rilanciata l’ipotesi di un clamoroso ribaltone sulla panchina della Juventus. Non a gennaio, perché a Max Allegri sarà consentito di portare al termine la stagione. Ma a giugno sì, nonostante abbia ancora due anni di contratto.

C’è Thomas Tuchel che sta aspettando una chiamata e per questo ha rifiutato le prime proposte arrivate soprattutto dalla Premier League, sponda Aston Villa. Ma c’è anche un nome nuovo che già fa sognare i tifosi.

Juventus
I giocatori della Juventus al termine del match (AnsaFoto)

Quello di Luis Enrique, attuale ct della Spagna che dal 20 novembre sarà tra le favorite per il Mondiale 2022 in Qatar. Secondo quanto anticipa ‘El Chiringuito’ il futuro dell’allenatore asturiano, comunque vada la rassegna iridata, non sarà più con la Nazionale.

A lui sta pensando l’Atletico Madrid, pronto ad aprire un nuovo ciclo dopo 11 anni di regno affidato a Diego Simeone. Ma è un nome forte anche in casa Juventus. E per questo gli sarebbe già stato offerto un triennale da 10 milioni a stagione (ora ne prende 3 dalla Federcalcio spagnola), oltre che pieni poteri gestionali.

Bomba Massimiliano Allegri, via a giugno: per Luis Enrique sarebbe la seconda volta in Serie A

Se davvero l’affare dovesse concretizzarsi, per lui sarebbe la seconda volta in Italia. Nell’estate del 2021, quando non aveva ancora l’esperienza maturata oggi, lo volle fortemente la proprietà americana della Roma guidata da Thomas Di Benedetto, con Franco Baldini e Walter Sabatini ad occuparsi del mercato.

Un biennale da 1,5 milioni netti a stagione con opzione di rinnovo per il terzo anno, più alcuni giocatori come Bojan Krkic, Erik Lamela, Miralem Pjanic ma anche il portiere olandese Stekelenburg. In più davanti Pablo Daniel Osvaldo, Marco Borriello e Fabio Borini davanti.

Luis Enrique pronto
Luis Enrique pronto per tornare in Serie A (ANSA)

Una stagione in altalena, chiusa al settimo posto in campionato e quindi fuori dalle coppe. Poi però si è ampiamente rifatto con il Barcellona: due scudetti, dopo i tre vinti da calciatore, e la Champions League 2015 in finale contro la Juventus a Berlino.