Mondiali 2022, ennesimo infortunio: un altro campione dà forfait

321

Mondiali 2022, ennesimo infortunio: un altro campione dà forfait. Si allunga la lista dei giocatori costretti a saltare la rassegna del Qatar

Sarà ricordata, la prossima e ormai imminente edizione dei campionati del mondo di calcio, come la più falcidiata dagli infortuni e di conseguenza dalle assenze di spessore. Tra meno di due settimane avrà inizio la rassegna iridata del Qatar, a cui tanti protagonisti più o meno attesi non potranno prendere parte.

Qatar
Qatar 2022 (Ansa)

Solo nel campionato di Serie A sono due i nomi decisamente altisonanti che non potranno partecipare a questa edizione dei mondiali di calcio. Belgio e Francia dovranno rinunciare a Romelu Lukaku e Paul Pogba, due colonne portanti in campo e fuori.

A forte rischio anche altri elementi di prima grandezza: l’Argentina ad esempio ha corso seriamente il rischio di dover fare a meno di Angel Di Maria e Paulo Dybala. I due attaccanti di Juventus e Roma sono stati vittime di infortuni muscolari di una certa entità dai quali solo in extremis sono riusciti a recuperare.

Il Fideo è sceso in campo per uno spezzone di gara contro l’Inter, mentre la Joya dovrebbe disputare un tempo domenica prossima contro il Torino. Il commissario tecnico argentino, Lionel Scaloni, ha già avvertito che convocherà solo chi è pronto per giocare.

Mondiali 2022, anche il Brasile perde un pezzo pregiato

Coutinho
Coutinho (Ansa)

All’elenco degli infortunati d’oro mancava un brasiliano. E puntale come un orologio svizzero si è abbattuta sulla Selecao la tegola dell’ultimo minuto. Il commissario tecnico Tite, alla guida del Brasile dal 2016, ha perso uno dei suoi talenti più luminosi, Philippe Coutinho.

Trent’anni, nato a Rio de Janeiro nel 1992, Coutinho è arrivato in Italia giovanissimo, acquistato dall’Inter nel 2010 a neanche 18 anni compiuti. Ma la sua esperienza in nerazzurro non diede i frutti sperati, tanto che nel 2013 fu ceduto al Liverpool per soli 10 milioni di euro.

Con la maglia dei Reds quello che la dirigenza nerazzurra aveva definito un talento dall’eccessiva fragilità si trasforma in un trequartista di livello mondiale, attirando le attenzioni dei club di maggior prestigio sulla scena internazionale.

A gennaio del 2018 Coutinho passa al Barcellona per la cifra monstre di 120 milioni più altri 40 di bonus. Ma in blaugrana il fantasista carioca non riesce e ripetersi sugli stessi livelli, tanto che a gennaio scorso viene ceduto in prestito all’Aston Villa.

Mondiali 2022, il Brasile senza Coutinho ma Tite non si scompone

Ed è proprio qualche giorno fa che durante un allenamento con i suoi compagni Coutinho è rimasto vittima di un infortunio muscolare che gli impedirà di andare in Qatar. La conferma è arrivata dal tecnico dei Villans, Unai Emery: “Coutinho ha una lesione muscolare, non so quanto durerà il suo infortunio ma non tornerà in campo prima del 2023“.

Meno preoccupato il commissario tecnico della Selecao. Tite infatti nel reparto offensivo può disporre di una rosa dalla qualità eccelsa, campioni del calibro di Neymar, Vinicius, Rodrygo, Raphinha, Richarlison, Antony, Firmino e Gabriel Jesus.

Il Brasile dunque, a prescindere dall’assenza di Coutinho, si presenta come una delle grandi favorite per la conquista della 22/a edizione della Coppa del Mondo.