Jannik Sinner, che batosta: è ufficiale, purtroppo non ci sarà

247

Una brutta notizia quella comunicata da Jannik Sinner su Twitter. Sembrava che non ci fossero problemi e invece ..

Un fulmine a ciel sereno per tutti gli appassionati di tennis, sorpresi da un annuncio arrivato inaspettatamente nella serata di sabato 12 novembre.

Jannik Sinner
Jannik Sinner (La Presse)

Jannik Sinner ha annunciato, con un post su Twitter, il suo forfait dalla fase finale di Coppa Davis in programma a Malaga. A costringere il tennista azzurro al ritiro, un ulteriore problema fisico, stavolta a un dito della mano destra, dal quale non riuscirà a guarire in tempo per la sfida di quarti di finale contro gli Stati Uniti in programma il prossimo 24 novembre.

Sinner era stato convocato dal capitano Filippo Volandri insieme a Berrettini, Musetti, Fognini e Bolelli. Lo stesso Volandri, in una recente intervista a Sky, aveva rassicurato sulle condizioni di Jannik apparso piuttosto in difficoltà nell’ultimo match stagionale perso contro lo svizzero Stricker a Parigi Bercy.

Al posto di Sinner, Volandri dovrebbe convocare Lorenzo Sonego. Quest’ultimo non era presente, a settembre, a Bologna nei match del girone vinto dall’Italia contro Argentina, Svezia e Croazia. L’ultima presenza di Sonego in Davis risale allo scorso febbraio nel playoff con la Slovacchia, nel quale l’azzurro è stato sconfitto da Horansky.

Sinner, un’annata costellata da infortuni

Si conclude dunque, nel peggiore dei modi, un’annata difficilissima per Sinner, costellata da una serie di infortuni che ne hanno condizionato, inevitabilmente, rendimento e prestazioni.

A febbraio, la positività al Covid l’ha costretto al ritiro dall’Atp 500 di Rotterdam. A seguire, un altro forfait per un’indisposizione a Indian Wells prima dell’ottavo di finale con Kyrgios, avversario quest’ultimo sconfitto dieci giorni proprio agli ottavi di Miami, prima di un altro ko, stavolta per vesciche, podo dopo l’inizio del quarto di finale con Cerundolo.

Agli Internazionali d’Italia, a Roma, un problema all’anca ne ha compromesso le chance di vittoria contro Tsitsipas in un combattuto match nei quarti di finale. Due settimane dopo, al Roland Garros, è il ginocchio a tradire Jannik contro Rublev agli ottavi con il ritiro arrivato prima dell’inizio del terzo parziale.

Estate tutto sommato tranquilla per Sinner che batte Alcaraz e arriva ai quarti a Wimbledon (ko con Djokovic da due set a zero di vantaggio), trionfa ad Umago e incrocia nuovamente, stavolta perdendo al quinto set, l’attuale numero uno del mondo ai quarti dello Us Open, in quello che può essere considerato uno dei match più belli della stagione.

Il ko a Sofia e il nuovo infortunio a Parigi

Jannik Sinner
Jannik Sinner (Ansafoto)

Dopo aver partecipato alle sfide di Coppa Davis a Bologna, Sinner torna in campo a inizio ottobre a Sofia e si infortuna nuovamente. Bruttissime le immagini della caduta in campo per una distorsione alla caviglia durante la semifinale contro Rune. Un ko che lo costringe a saltare l’Atp di Firenze. Rientra a Vienna dove perde da Medvedev ai quarti. A Parigi Bercy, Jannik continua a soffrire di un problema a un dito della mano destra, infortunio che lo costringe a saltare la Coppa Davis, impegno al quale l’azzurro teneva moltissimo.