Ultim’ora Novak Djokovic, clamorosa novità: tutto annullato

320

Ultim’ora Novak Djokovic, clamorosa novità: tutto annullato.

Dopo l’attuale impegno alle ATP Finals di Torino e la Coppa Davis a Malaga, il tennis mondiale attende gennaio per rivedere la luce. Il primo grande appuntamento del 2023 è come di consueto in Australia.

Djokovic esulta
Novak Djokovic esulta dopo la vittoria su Tsitsipas a Torino (AnsaFoto)

C’è un grande Djokovic a Torino. L’ex numero uno del mondo sta disputando le ATP Finals come outsider, avendo una classifica non corrispondente al suo reale valore. Si è presentato al Master di fine anno come testa di serie numero 8, ma già nel primo match si è mostrato per quello che è.

Contro Tsitsipas il vincitore di 21 titoli dello Slam ha mostrato un tennis di altissimo livello, sia in difesa (come sempre) che in attacco. Servizio impeccabile, risposta solidissima e gambe veloci. Un mix letale per il greco, che si è arreso in 1h e 40′ con il punteggio di 6-4; 7-6. 

Con la vittoria di Rublev su Medvedev, il Round Robin ha già un indirizzo preciso e potrebbe portare all’eliminazione del campione russo. La sfida con Tsitsipas è già un dentro o fuori, mentre Nole potrà giocarsi il primo posto con l’altro moscovita.

Il governo australiano annulla il ban per Djokovic: la clamorosa novità

Nole Djokovic
Nole Djokovic (AnsaFoto)

Dopo aver chiuso il torneo a Torino, Djokovic metterà fine alla stagione 2022, non avendo con la Serbia staccato il pass per i Quarti di Finale. A Malaga saranno impegnate invece: Australia, Olanda, Spagna, Croazia, Italia, Stati Uniti, Germania e Canada.

Ci sarà quindi tutto il tempo per il 35enne di Belgrado di organizzare al meglio la prossima stagione, quella dell’inseguimento ai record storici. L’assalto ai 22 Slam di Nadal partirà da Melbourne, dove a metà gennaio andrà in scena l’Australian Open. 

Il primo Slam della stagione è stato tabù per Nole nel 2022, visto l’impedimento del governo australiano nell’emissione del visto di ingresso. Sempre spinosa la vicenda relativa alla vaccinazione anti Covid. Ora però si è arrivati finalmente ad una soluzione definitiva, che sorride al tennista serbo.

Novak Djokovic torna agli Australian Open: manca solo l’ufficialità

Djokovic
Djokovic torna in Australia (AnsaFoto)

La notizia è stata confermata dal quotidiano inglese The Guardian e dai media australiani.

Djokovic potrà entrare a gennaio in Australia dopo che il governo locale ha annullato il bar triennale che impediva lo sbarco dell’ex numero uno del mondo.

Fonti vicine all’ambiente governativo hanno lasciato intendere (non in modo ufficiale) che l’attuale ministro dell’Immigrazione, Andrew Giles, concederà a Djokovic il visto per l’ingresso a Melbourne.

Proprio nei giorni scorsi, il direttore dell’Australian Open Craig Tiley aveva espresso la speranza di vedere giocare Djokovic in Australia.

Dipende interamente dal governo australiano. So che Novak vuole venire a giocare”. Nole a fine ottobre aveva espresso ottimismo e ora si attende solo la definitiva ufficialità delle autorità australiane. Il pubblico non vede l’ora di riabbracciare uno dei più grandi tennisti della storia.