Colpo di scena Haaland, proposta assurda: ma com’è possibile?

129

Colpo di scena Haaland, proposta assurda: ma com’è possibile?

Il giocatore sarà costretto, così come tanti suoi colleghi, ad osservare ed attendere un mese prima di poter tornare a giocare, per lui arriva però una proposta incredibile che ha già fatto il giro del web: ecco di cosa si tratta.

Erling Haaland, attaccante del Manchester City [Credit: ANSA] - Sportitalia.com
Erling Haaland, attaccante del Manchester City [Credit: ANSA] – Sportitalia.com
Il Mondiale in Qatar, nonostante le tante polemiche che lo circondano ogni giorno di più, resta una competizione molto attesa dagli appassionati di calcio, soprattutto per la folta presenza di stelle che si contenderanno l’ambitissimo trofeo. Da Neymar a Mbappè passando per l’eterno duello tra Messi e Cristiano Ronaldo, i motivi d’interesse sportivo attorno all’evento sono davvero tantissimi.

Per tante stelle che partiranno verso Doha nella speranza di alzare la coppa, tante saranno obbligate invece a guardare da lontano, attendendo 50 giorni prima di poter ritornare a mettere piede in campo per una gara ufficiale. L’Italia è purtroppo una delle Nazionali con più star che resteranno a in Europa come Verratti, Donnarumma e Chiesa, ma gli azzurri non sono di certo in cattiva compagnia.

Il capocannoniere della Serie A Osimhen è tra gli assenti più di lusso, così come il compagno di squadra Kvaratskhelia, con loro anche il colombiano Cuadrado o tanti altri nomi di alto spessore. Tra i tanti un nome su tutti spicca per importanza, proprio a lui, in questi giorni, è arrivata un’incredibile offerta che ha fatto impazzire il web.

Una proposta per non perdere il ritmo partita, la piccola squadra ci spera

Uno dei problemi principali legato alla presenza del Mondiale a metà stagione è senza dubbio quello del mantenimento del ritmo partita. Lo stop forzato di oltre un mese a cui tantissimi giocatori saranno opposti, rischia inevitabilmente di comprommetere parzialmente il campionato di molti, andando così a creare una spaccatura tra quanto successo fino a metà novembre e quanto avverrà da gennaio in poi.

Soprattutto nelle big, qualora ci siano giocatori che non andranno per diversi motivi in Qatar, avendo tante competizioni da giocare dovranno stare attenti a questo dettaglio, tra questi club c’è il Manchester City. I Citizens hanno tra le loro il fila il più impoertante assente al Mondiale, Erling Braut Haaland: proprio al norvegese è arrivata una sorprendente richiesta.

In Qatar proseguono i preparativi per il Mondiale [Credit: ANSA] - Sportitalia.com
In Qatar proseguono i preparativi per il Mondiale [Credit: ANSA] – Sportitalia.com
La storia arriva direttamente dalla settima divisione inglese dove milita l’Ashton United, piccolo club che, approfittando della sosta per il Mondiale, ha deciso di provare il colpo da novanta: ingaggiare per un mese l’attaccante del City. A motivo della richiesta, ovviamente, c’è l’evitare al gigante con la maglia numero 9 di stare fermo nelle prossime settimane e rimanere così pronto per il riavvio dei campionati.

Alla richiesta non è al momento seguita nessuna risposta, anche se presumibilmente sarebbe in ogni caso un no da parte dei Citizens e dello stesso Haaland. Nonostante questo resta il dubbio: come si terranno attive le squadre?

La pausa di 50 giorni apre ad un problema: come si organizzeranno le squadre?

La mascotte del Mondiale [Credit: ANSA] - Sportitalia.com
La mascotte del Mondiale [Credit: ANSA] – Sportitalia.com
La sensazione comune a molti è che il periodo di tempo che separa i club dal ritorno ufficiale dei campionati sia una sorta di seconda preparazione stagionale. Il tempo senza partite del resto è molto e occorrerà impegarlo al meglio per farsi trovare pronti ed evitare di perdere terrenno nelle lotte per i rispettivi obbiettivi di ciascuno.

In Serie A il programma prevede, per chi ha già diramato le informazioni del caso, ritiri alle volte all’estero, come nel caso di Roma e Napoli che andranno rispettivamente in Portogallo ed in Turchia, e amichevoli più o meno di lusso, tutte volte alla ricerca di mantenere caldi i muscoli in attesa del ritorno dei vari convocati. Gennaio sarà dunque un mese cruciale nello svolgimento dei campionati e forse, a seconda di come sarà gestita la pausa, potrebbe anche decidere molto nella lotta ai vari titoli nazionali.