Gianluca Vialli, condizioni di salute sempre più gravi: mondo del calcio in ansia

495

Gianluca Vialli, condizioni di salute sempre più gravi: mondo del calcio in ansia. L’ex attaccante di Samp e Juventus ha sospeso la sua collaborazione con Mancini.

Gianluca Vialli
Gianluca Vialli – Sportitalia.it

Non bastava il dramma vissuto da Sinisa Mihajlovic, scomparso pochi giorni fa dopo la lunga ed estenuante battaglia condotta contro la maledetta leucemia. Il mondo del calcio è di nuovo in ansia per un suo altro ex grande campione. Si sono aggravate all’improvviso le condizioni di Gianluca Vialli, anche lui in guerra da anni contro un terribile tumore al pancreas.

Un nemico spietato, implacabile, con il quale l’ex attaccante di Sampdoria e Juventus convive da più di cinque anni.  Vialli lo ha definito “un ospite indesiderato“, “un compagno di viaggio che avrei evitato volentieri”. Parole scelte e selezionate con particolare attenzione per lanciare un messaggio di conforto e speranza a chi è nelle sue condizioni.

Che qualcosa di poco piacevole stesse accadendo si era intuito già mercoledì scorso quando l’ex centravanti della Nazionale, con un comunicato diffuso sul sito della Federcalcio italiana, aveva annunciato di aver sospeso la sua collaborazione con gli azzurri guidati dal suo fraterno amico, Roberto Mancini. La frase “spero in modo temporaneo” aveva fatto scattare un primo allarme sulle sue reali condizioni di salute.

Gianluca Vialli, le sue condizioni si aggravano: necessario il ricovero in clinica

Ma all’improvviso, non molte ore dopo dopo l’uscita del comunicato, Gianluca Vialli ha iniziato a star peggio a tal punto da renderne necessario il ricovero in una clinica di Londra, la stessa dove aveva già sostenuto in passato due cicli di chemioterapia dopo la scoperta della malattia avvenuta nel 2017.

La notizia si è diffusa subito e i tanti tifosi dell’ex centravanti, soprattutto quelli delle squadre a ci ha dedicato la sua carriera – Cremonese, Sampdoria, Juventus e Chelsea -, hanno inondato di messaggi di incoraggiamento le bacheche dei suoi profili social. A dare il senso dell’aggravarsi delle sue condizioni di salute la notizia che la madre di Vialli, 87enne, è partita qualche ora fa alla volta della capitale inglese.

Gianluca Vialli
Gianluca Vialli – Sportitalia.it

Un segnale che confermerebbe quello che nessuno si augurava, che la malattia è tornata a farsi viva con particolare e spietata aggressività. Ecco perché meno di una settimana fa Vialli aveva manifestato la volontà di “utilizzare tutte le energie psico-fisiche per aiutare il mio corpo a superare questa fase della malattia“. Un segnale esplicito che infatti non è stato ignorato dai tanti fan ed estimatori del Gianluca nazionale.

In queste ore a dir poco drammatiche tanti ex compagni di Vialli, calciatori in attività e personaggi del mondo dello showbiz stanno inviando messaggi di pieno sostegno nei suoi confronti, consapevoli della gravità della situazione.

Gianluca Vialli, la vicinanza del mondo del calcio

Fabrizio Ravanelli, Antonio Cabrini, l’ex difensore del Chelsea e della nazionale inglese John Terry, il presidente della FIGC Gabriele Gravina, Lapo Elkann. Sono solo alcuni di coloro che stanno incoraggiando Vialli a non mollare, a trovare la forza per combattere ancora contro un nemico così spietato.

Su tutti, soprattutto, c’è l’ex gemello del gol Roberto Mancini. Sono momenti davvero terribili per il commissario tecnico della Nazionale che dopo aver perso un amico fraterno come Sinisa Mihajlovic è adesso in ansia per il  fratello acquisito, Gianluca Vialli.