Bagnaia, parole dure dopo l’infortunio: cos’è successo

L’incidente di Bagnaia fa ancora discutere, quanto capitato in pista porta un notevole strascico di polemiche in Moto Gp

Nessun grosso problema fisico per il pilota campione del mondo, nonostante una dinamica che aveva fatto pensare al peggio. Tornerà a correre a Misano pur stringendo i denti, ma di certo vuole vederci chiaro su quanto accaduto.

Bagnaia, parole dure dopo l'infortunio: cos'è successo
Pecco Bagnaia cerca la verità (LaPresse) – sportitalia.it

La Moto Gp ha avuto una grande paura domenica scorsa, l’incidente del campione italiano ha fatto il rapido giro del mondo. Tanta la preoccupazione per Bagnaia, che ha subito poi tranquillizzato i fan e gli sportivi: sicuramente poteva andare molto peggio, dopo essere stato letteralmente investito da una moto in corsa.

Tute di protezione e postura corretta hanno evitato così una tragedia, ma non sono le finite all’interno del mondo motoristico. Bagnaia vuole capire cos’è successo in dettaglio, se ci sono delle responsabilità effettive.

Bagnaia cerca chiarezza, le sue parole

Il pilota della Ducati ha cinquanta punti di vantaggio sul diretto avversario, può bissare la vittoria del titolo ma prima vorrà capire con precisione quanto avvenuto. La dinamica dell’incidente non lo ha convinto, ci sono tanti pensieri che stanno un po’ tormentando Bagnaia ed esige una spiegazione netta. Proprio perché è stato un incidente pesante e vorrebbe vederci chiaro, comprendere tutto diventa fondamentale: “Potrebbe volerci poco o tanto tempo, ma chiedo una risposta per capire come mai la moto era già scivolosa nel giro di formazione”.

Bagnaia, parole dure dopo l'infortunio: cos'è successo
Il pilota della Ducati vuole capire quanto accaduto (LaPresse) – sportitalia.it

Problema di aderenza da spiegare in dettaglio, quanto avvenuto non è stato proprio normale. Partendo dal warm up, Bagnaia aveva già intuito che qualcosa non andava: “Pur non spingendo, sentivo che la moto iniziava a pompare: lì sai che stai per volare, ho perso il posteriore e ho iniziato il volo. In aria mi sono trovato a testa in giù, l’airbag è esploso, c’è stato un impatto duro con l’asfalto e fortunatamente sono stato aiutato dalle protezioni”.

La dinamica dell’incidente è da brividi, Bagnaia da terra sentiva le moto che gli passavano affianco, la Ktm di Brad Binder ha preso la sua gamba. Attimi di terrore, visti con suspence anche dal pubblico da casa: “La mia fortuna – dichiara Bagnaia nelle parole diportate da ‘Gazzetta.it’ – è che già erano fuori altri cinque piloti per la caduta alla prima curva, in modo da poter vedere meglio. Binder e Martin sono stati bravissimi a fare il possibile per evitarmi”. Superando le visite mediche tornerà in pista ma vorrà capire cosa è successo, perché senza problemi elettronici o di guida quanto accaduto resta ancora con tanti punti interrogativi.