Adriano Panatta lascia di sasso: bordata a Sinner

Sinner, travolto dalle critiche per il forfait in Coppa Davis, incassa la dura reprimenda della leggenda del tennis azzurro

Le vecchie glorie del tennis italiano, atleti che hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo per vincere – in condizioni ambientali quasi proibitive – non dimenticano l’unica Coppa Davis nella storia azzurra. O forse non possono arrivare a capire come si possa rinunciare ad un’importante convocazione con la propria nazionale dichiarando di non avere recuperato a sufficienza le energie.

Jannik Sinner, arriva la stoccata della leggenda azzurra
Jannik Sinner incassa un’altra frecciata (LaPresse) – Sportitalia.it

Ovviamente, senza girarci troppo intorno, stiamo parlando della questione, ampiamente dibattuta, della rinuncia di Jannik Sinner alla partecipazione al girone di Coppa Davis che si disputava alla Unipol Arena di Bologna. Fortunatamente, anche con l’assenza del nativo di San Candido e di Matteo Berrettini – infortunatosi alla caviglia durante gli Us Open – i ragazzi di Capitan Volandri ce l’hanno fatta lo stesso.

Lorenzo Musetti, Lorenzo Sonego e Matteo Arnaldi si sono caricati l’Italia sulle spalle, strappando il pass per la Final Eight di Malaga, che si disputerà dal 21 al 26 novembre. Ma la spina Sinner continua a tenere banco.

Dopo le sibilline, nemmeno troppo tali, dichiarazioni sull’argomento di Nicola Pietrangeli, e la posizione apparentemente più diplomatica di Paolo Bertolucci, è toccato ad Adriano Panatta, che in occasione del girone di Davis è stato commentatore tecnico per la Rai, dire la sua sul caso Jannik Sinner. Mai banale, l’ex fuoriclasse romano ha tirato le orecchie all’ex allievo di Riccardo Piatti. Tirando in ballo anche un certo Carlos Alcaraz.

Adriano Panatta non le manda a dire a Jannik Sinner

Confrontando il comportamento di Novak Djokovic – che pur essendo andato via per ultimo da New York, avendo anche speso più energie di tutti, è sceso in campo contro la Spagna per il suo match di singolare – con quello del talento altoatesino, Panatta ha stigmatizzato la scelta di Sinner. E anche quella di Alcaraz che, come il suo amico italiano non ha risposto alla chiamata alle armi del suo paese.

Jannik Sinner, arriva la tirata d'orecchie
Jannik Sinner, un’altra leggenda azzurra lo attacca (LaPresse) – Sportitalia.it

Djokovic ha dato una bella lezione a Sinner e ad Alcaraz presentandosi a Valencia. Sinner sarà a Malaga? Volandri lo convocherà certamente, perché i più forti si convocano, poi sarà responsabilità sua dire di sì. Ma credo proprio che a novembre Jannik ci sarà“, ha concluso Panatta. Ad ogni modo il numero 7 del mondo, che nel suo passato può ‘vantare’ anche la rinuncia a rappresentare l’Italia alle Olimpiadi di Tokyo 2020, ha una grande occasione per mettere a tacere le critiche.

Un’eventuale successo azzurro nella kermesse finale con un suo contributo decisivo non solo riabiliterebbe la sua figura agli occhi del pubblico, ma lo eleverebbe a status di eroe immortale. In fondo, è quello che tutti stiamo aspettando.

Impostazioni privacy