Juventus, la vetta è tua per questa notte

117

Tre anni, 1182 giorni dopo l’ultima volta la Vecchia Signora si gode una notte da prima della classe in solitaria. Un momento che si è fatto attendere, così come la rete del decisivo vantaggio bianconero arrivata solo al 96’ a firma di Cambiaso. Una Juventus che in campo contro il Verona si impone di misura, ma domina in lungo e in largo per 90’ senza godere della giusta fortuna diventata essenziale ai tempi del Var.

Tornano i ballottaggi in avanti in questa 10^ giornata in cui Massimiliano Allegri ritrova dal primo minuto Dusan Vlahovic e preserva Federico Chiesa che parte dalla panchina a favore di Kean. È lui a stupire più di tutti, perché il tandem funziona a meraviglia e la dimostrazione arriva in maniera celere.

All’8’ il primo sprint della gara è di Vlahovic, mentre al 13’Kean trova lo specchio della porta spiazzando Montipò. L’intervento del Var annulla il vantaggio bianconero: un fuorigioco millimetrico (presumibilmente un tacchetto) rende vano il guizzo di Kean. Da qui in poi inizia lo show dell’attaccante azzurro, almeno tre limpide occasioni per lui e ancora una rete trovata per poi essere anch’essa annullata a causa di un fallo commesso dallo stesso Kean a inizio azione ai danni di Faraoni.

Per quanto riguarda il Verona i tentativi di arginare il pericolo offensivo della Juventus portano scarsi risultati; la reazione è pressoché la stessa. I giusti cambi per rifiatare e poi cambia la sinfonia. Kean, protagonista assoluto, lascia il campo a Chiesa. Si alzano i decibel dello Stadium: Milik di testa sul palo e all’ultimo respiro Cambiaso regala i tre punti e, al momento, la vetta della classifica in attesa degli esiti delle milanesi.