Sinner, nuvole all’orizzonte: arriva una mazzata tremenda

Arriva una vera e propria mazzata per Jannik Sinner che, dopo l’ultimo periodo da favola che sta vivendo, “subisce” una critica non da poco

Le ultime dichiarazioni, rilasciate da un noto tennista, non sono assolutamente passate inosservate e stanno facendo decisamente molto rumore. Nel frattempo, però, Jannik Sinner continua il suo periodo di vacanza dopo aver trionfato nell’ultima Coppa Davis con la nazionale azzurra.

Parla Norrie su Sinner e Alcaraz
Mazzata tremenda per Jannik Sinner – Sportitalia.it (Foto LaPresse)

Il suo obiettivo è quello di continuare a migliorarsi in vista del prossimo anno dove ha in mente di fare bella figura nella prossima edizione dell‘Australian Open. Anche se non sarà affatto facile visto che altri suoi colleghi hanno lo stesso piano.

Jannik Sinner pronto a stupire nel 2024. Che possa essere anche questo il suo anno? I tifosi lo sperano con tutto il cuore. Anche se, dal mondo del tennis, non arrivano di certo pareri positivi. A parlarne, infatti, nel corso di un evento legato alla LTA che si è svolto a Londra, ci ha pensato Cameron Norrie. Il noto tennista britannico non è così convinto che l’altoatesino possa ripetersi e continuare a stupire tutti.

Sinner, il 2024 sarà il suo anno? Non per un suo collega

Nel corso dell’evento Norrie ha risposto anche ad alcune domande ritenute “scomode”. In particolare una riguardante chi tra lo stesso Sinner ed il suo rivale Carlos Alcaraz possa fare meglio. La risposta in merito non si è fatta attendere: il britannico, infatti, spinge per lo spagnolo. La nuova rivalità tra i due atleti sta, in qualche modo, appassionando il mondo del tennis. Segno del fatto che, nel corso degli anni, ci sarà sicuramente da divertirsi con le loro possibili sfide.

Parla Norrie su Sinner e Alcaraz
Norrie non ha dubbi: tifa Alcaraz rispetto a Sinner – Sportitalia.it (Foto LaPresse)

Queste sono alcune delle sue parole: “Sono sicuro che il prossimo anno Carlos farà molto meglio di Sinner. Credo che rispetto a quest’ultimo abbia un gioco molto più completo e che si muove in un’altra maniera rispetto a lui. Nel gioco è formidabile, soprattutto quando si tratta di effettuare il rovescio. Nel complesso potrei tranquillamente dire che ha avuto un anno migliore rispetto a Sinner”.

Poi ha continuato dicendo: “Non dimentichiamoci che ha vinto anche Wimbledon ed è stato il numero 1. Potrei anche sbagliarmi su questo, ma la sensazione che ho in questo modo non può che essere questa”. Nonostante ancora debbano ritornare in campo, la sfida tra i due è già iniziata.