Addio alla Ferrari: l’annuncio scuote i tifosi

Dopo una stagione decisamente complicata, la Ferrari ha voltato pagina in tutti i sensi: l’ultimo addio però fa ancora male ai tifosi

Sarà un lungo inverno a Maranello, c’è da crederlo. Perché se è vero che le ultime gare del Mondiale di Formula 1 hanno fatto in parte tornare il sorriso a tutto il team, la prima parte della stagione è stata un disastro. E poi c’è un addio clamoroso in Ferrari che sta ancora facendo discutere.

Ferrari shock, il 2024 comincia con un addio: tifosi sconvolti
Ferrari shock, il 2024 comincia con un addio (Ansa Foto) – Sportitalia.it

La calma in realtà è soltanto relativa, perché la nuova monoposto è pronta per emettere i suoi primi vagiti. Non c’è ancora una data certa per la presentazione, anche se le prime indiscrezioni parlano del 13 febbraio come giorno buono. Così cresce l’attesa per quello che sarà, anche perché vedremo un progetto in parte diverso da quello attuale.

Sarà il primo seguito direttamente da Frederic Vasseur che ha raccolto un’eredità pesante, il posto lasciato da Mattia Binotto, e si è reso conto in fretta delle difficoltà. Nella sua testa c’è una squadra nuova in tutti i sensi e sta già cominciando a scegliere gli uomini giusti. Ma dovrà aspettare fino al 2025 per mettere ogni tassello a posto.

Intanto però ci sono alcune tessere che stanno per incastrarsi. La prima è rappresentata dal rinnovo contrattuale per i piloti, o meglio per uno. Non è mistero che Charles Leclerc continuerà a vestire di rosso ancora per i prossimi anni, probabilmente cinque. La firma è già arrivata ed entro fine anno arriverà anche l’annuncio. Poi toccherà anche a Carlos Sainz che invece dovrebbe legarsi alla Ferrari fino al 2026.

Addio alla Ferrari: è davvero la fine di un ciclo, ora i tifosi potranno pensare ad altro

Entrambi tranquilli quindi in vista della prossima stagione e adesso tocca ai tecnici. Limare il divario ampio con la Red Bull, più in gara che nelle Qualifiche, appare impresa complicata ma non impossibile nonostante tutto. Ci saranno modifiche importanti sull’aerodinamica, nel motore, in alcuni concetti basilari

Il 2024 però sicuramente comincerà il maniera diversa al muretto rispetto all’anno che sta per andare in archivio. Al fianco di Vasseur già da diverso tempo non c’è più Laurent Mekies che era anche l’ultima eredità della gestione Binotto. Molti immaginavano un suo addio insieme all’ingegnere reggiano, ma nato in Svizzera, e invece era rimasto in Ferrari.

Laurent Mekies, futuro lontano da Maranello: adesso è pronto
Laurent Mekies, futuro lontano da Maranello (Ansa Foto) – Sportitalia.it

Non è successo subito ma è successo perché il suo futuro sarà quello di team principal all’AlphaTauri al posto di Franz Tost, ormai prossimo alla pensione. Solo che le regole della Formula 1, che valgono per lui come per tutti, gli hanno impedito di prendere già posto nella nuova squadra come avrebbe voluto.

Il periodo di quarantena adesso però è finito e fin dai primi test di febbraio Mekies potrà essere al muretto con quella divisa. Lui, dopo la premiazione degli Autosport Awards, ha abbozzato manifestando il suo scoramento.

“Quando ho capito che avrei dovuto aspettare tutti questi mesi – ha detto – è stato un po’ frustrante. Ma se passi subito da un team all’altro, probabilmente sarai assorbito dall’intensità del calendario delle gare. Quindi per me è stata una grande fortuna fare un passo indietro e poter guardare al quadro più ampio”. Il resto lo vedremo in pista.