Salernitana-Milan 2-2: i rossoneri rimontati reagiscono ma non basta per i tre punti

Il Milan perde punti alla prima di Ibra da dirigente, contro la Salernitana, com’era successo nell’anno dello scudetto. Ma il pareggio di oggi significa che i rossoneri non sono guariti dalla crisi. La Salernitana dà segnali di risveglio nella settimana del ritorno in dirigenza di Walter Sabatini.

IL MILAN AGGREDISCE E POI LASCIA SPAZIO ALLA SALERNITANA

Il Milan comincia forte grazie anche a Leão che più volte semina il panico sulla sinistra. La Salernitana subisce le iniziative del Milan. Il portoghese ci prova diverse volte, ma ad andare più vicino al gol è la Salernitana, che impegna Maignan con Dia che prova il tap-in su un tiro deviato. Al 17′, il Milan va avanti, Leão controlla un pallone sulla destra, mette al centro e su una deviazione la palla finisce sulla testa di Tomori che porta in vantaggio i rossoneri sulla Salernitana.

Il Milan abbassa l’attenzione e inizia subire le iniziative granata. La Salernitana sale di tono, e costringe Maignan ad alcuni interventi complicati. È il prologo del pareggio campano. Su un angolo, Fazio svetta su tutti e fa 1-1 a poco meno di 10 minuti dalla fine del primo tempo.

BEFFA SALERNITANA

Le due squadre ripartono alla pari. Il Milan prova a spingere, ma la Salernitana è pronta a rispondere colpo su colpo. Al minuto 63′ i granata trovano il vantaggio. La palla gira a destra su Candreva, l’87 si accentra leggermente e col destro fa partire un collo esterno che trova colpevolmente impreparato Maignan: Salernitana avanti 2-1 sul Milan. Sull’azione del gol, Pioli perde anche Tomori per infortunio.

I successivi 20 minuti i rossoneri cercano il pareggio, senza successo. La mossa che regala il pareggio al Milan è l’ingresso di Jovic, il serbo accanto a Giroud confeziona il gol del pari. Il francese al 91′ fa la torre per l’ex Fiorentina che timbra il terzo gol rossonero e fa 2-2. Il restante recupero non regala altre emozioni, se non un rosso a Fiorillo in panchina per una pinta a Florenzi. Delusione in casa Milan che si ferma di nuovo, proprio quando sembrava aver ripreso la marcia, Salernitana beffata nel finale quando pensava di avere i tre punti in tasca.