Michael Schumacher, arriva un gesto sconcertante: tutta la verità

Si ritorna a parlare nuovamente di Michael Schumacher e soprattutto di alcune dichiarazioni che lo riguardano molto da vicino

Parole che arrivano da parte di chi lo conosce molto bene e che, nel corso degli anni scorsi, ha avuto la fortuna di poter lavorare con lui nel mondo della Formula 1. A poco più di dieci anni da quel terribile incidente che gli ha cambiato completamente la vita si ritorna a parlare nuovamente dell’ex pilota tedesco Michael Schumacher.

Barrichello si sofferma sul tedesco
La sconcertante rivelazione su Michael Schumacher – Sportitalia.it (Foto LaPresse)

Questa volta lo ha fatto direttamente un’altra ex leggenda della Ferrari, Rubens Barrichello. Il brasiliano ne ha parlato in una lunga intervista che ha rilasciato a ‘Flow Podcast’ in cui ha rivelato molti aneddoti fino ad ora sconosciuti e che lasciano inevitabilmente senza parole.

Barrichello su Schumacher: “La famiglia mi ha vietato di fargli visita”

Uno dei suoi migliori amici e colleghi che abbia mai incontrato nel corso della sua vita. Una cosa che gli ha fatto male, oltre all’incidente che lo ha visto come protagonista, è stato senza dubbio il fatto che non ha potuto accedere all’interno della sua villa per andarlo a visitare. Non per scelta sua, ma per una decisione imposta dalla famiglia del nativo di Hurth che non ne ha voluto assolutamente sapere.

Barrichello si sofferma sul tedesco
Rubens Barrichello e l’aneddoto su Michael Schumacher – Sportitalia.it (Foto LaPresse)

Questo è quello che ha chiaramente detto l’ex pilota brasiliano. Ricordiamo che i due sono stati compagni di scuderia per ben cinque anni (dal 2000 fino al 2005). Stagioni indimenticabili per i vertici alti di Maranello e per l’intera tifoseria.

Come ribadito Barrichello voleva andarlo a trovare a tutti i costi, ma la famiglia di ‘Schumi’ lo vietò. Corinna, moglie del tedesco, ha risposto negativamente alla richiesta del brasiliano di poterlo vedere.

Queste sono state le sue parole a riguardo: “Mi dissero che non potevo essere di aiuto in alcun modo. Anzi, molto probabilmente vederlo in quelle condizioni mi avrebbe fatto male e reso triste. Successivamente ho incontrato la famiglia di Michael in altre occasioni ed ho sempre offerto tutto il mio amore che provo per lui. Mi fecero capire che non era il momento di varcare la porta della loro villa”.

Nonostante il rifiuto da parte della famiglia del tedesco il brasiliano ha ammesso di continuare a pregare per lui, con la speranza che le sue condizioni di salute possano andare a migliorare. Nel frattempo, però, notizie in merito non sono state mai rivelate dalla famiglia di Schumacher che continuano nel loro religioso silenzio.