Hamilton o Verstappen, scelta fatta: “E’ il più forte pilota al mondo”

Il verdetto riguardante Hamilton e Verstappen non ha lasciato spazio a interpretazioni: l’annuncio sul più forte

L’eterna diatriba su chi sia il pilota più forte del mondo sembrerebbe essere stata ‘risolta’ da un grande esponente del mondo dei motori. Lo sport a quattro ruote ha attirato a sé numerosi tifosi, e come è giusto che sia si sono immediatamente create delle fazioni. C’è chi predilige Lewis Hamilton e chi invece Max Verstappen.

Chi è più forte tra Hamilton e Verstappen?
Hamilton e Verstappen: chi la spunta tra i due? (Sportitalia.it). ANSA Foto

Un duo che non ha bisogno di presentazioni, e che rende qualsiasi posizione legittima e pienamente rispettabile. Ma si sa, alle volte amare uno sport significa anche fare delle scelte. Dalle dichiarazioni emerse recentemente, sembra proprio che un noto ed importante dirigente di F1 abbia scelto da che parte stare.

Hamilton e Verstappen: chi è più forte?

Da una parte abbiamo Hamilton, pilota che è stato capace di vincere ben 7 titoli Mondiali, divenendo così il più vincente di questo sport insieme a Michael Schumacher. Dall’altra abbiamo invece Verstappen, che si è reso protagonista di 3 Mondiali vinti consecutivamente, stracciando con largo margine ogni avversario.

Chi è più forte tra Hamilton e Verstappen?
Wolff non ha dubbi: ecco il pilota più forte (Sportitalia.it). ANSA Foto

Una scelta non banale, che comporta il dover prendere in considerazione ogni singolo parametro. Lo sa bene “Toto” Wolff, dirigente della Mercedes. L’austriaco, tra le tante cose, ha avuto modo di esprimersi riguardo alle sue preferenze, scegliendo così chi – a detta sua – è ad oggi il pilota più forte al mondo.

Il team principal Mercedes ha avuto poche esitazioni a riguardo: per lui il numero uno al mondo è Lewis Hamilton: “È il più grande pilota del mondo. Se fossimo in grado di dargli una macchina lotterebbe per il Mondiale, ne sono certo. È chiaro che quando si guida una macchina di Formula 1 come quella che abbiamo ora, non si è mai a proprio agio, tra weekend buoni e altri cattivi“.

Wolff ha quindi concluso: “Ogni volta che abbiamo visto che Lewis aveva qualcuno davanti, e poteva vincere la gara, prendeva vita: penso che dobbiamo solo dargli questa opportunità“.

Queste parole potrebbero significare anche qualche opportunità in più per il pilota britannico, che si tiene in vita proprio grazie alla competizione e al confronto costante. Del resto, con un’attitudine caratteriale del genere e con un bagaglio tecnico così elevato non potrebbe essere altrimenti. Al momento, dunque, il verdetto dell’austriaco vede l’olandese inferiore al campionissimo inglese.