Caos Inter-Verona: ora vanno in B!

Non accennano a placarsi le polemiche dopo il match tra Inter ed Hellas Verona giocato a San Siro per la diciannovesima giornata di Serie A: alla luce delle contestazioni potrebbero esserci gravi provvedimenti.

Gli episodi verificatisi nel finale del match tra nerazzurri e scaligeri hanno sollevato un polverone mediatico che, adesso, potrebbe portare a durissime sanzioni per alcuni protagonisti della serata di San Siro.

Continuano le polemiche dopo Inter-Verona
Caos Inter-Verona: ora vanno in B! (LaPresse) – sportitalia.it

Con la vittoria sull’Hellas Verona gli uomini di Simone Inzaghi si laureano aritmeticamente campioni d’inverno. Il tecnico nerazzurro, però, non si culla su quanto ottenuto e anche nel post partita ha voluto tenere alta l’attenzione dei suoi.

Gli scaligeri, invece, perdono l’occasione di muovere la classifica in un campo complicato come quello dell’Inter. Al giro di boa i gialloblu si trovano al diciottesimo posto, in piena zona retrocessione, con 14 punti frutto di 3 vittorie, 5 pareggi e 11 sconfitte.

Pugno duro dopo gli episodi di San Siro: li aspetta la Serie B

Come spesso accaduto in questi primi mesi della stagione 2023/24 l’Inter di Simone Inzaghi è riuscita a vincere tra le mura amiche contro un redivivo Hellas Verona. Sulla carta poteva trattarsi di un match senza storia, ma l’atteggiamento degli scaligeri ha messo in difficoltà la Beneamata.

Difficoltà risolta al 93′ dal gol del subentrato Davide Frattesi, uno degli acquisti di punta del mercato estivo nerazzurro. Il gol dell’ex Sassuolo, però, ha sollevato innumerevoli polemiche a causa di una sbracciata di Bastoni nei confronti del veronese Duda, non ravvisata dal VAR.

Punizione in vista: Serie B più vicina
I discussi episodi di San Siro rischiano di costare caro ad alcuni protagonisti (LaPresse) – sportitalia.it

La mancata chiamata del VAR ha mandato su tutte le furie Sean Sogliano. Il ds dell’Hellas Verona ha parlato in conferenza stampa nel post partita, lamentando una forte mancanza di rispetto nei confronti della propria società.

Secondo le indiscrezioni, le polemiche sono continuate all’interno di San Siro dove la dirigenza dell’Hellas Verona ha richiesto un confronto con i responsabili dell’AIA presenti allo stadio al quale era presente anche Marotta.

Dal confronto è emerso come il designatore Rocchi abbia ammesso l’errore di arbitro e VAR che, alla luce di quanto accaduto, potrebbero rischiare una sanzione. Come riportato da La Gazzetta dello Sport, Fabbri, ma soprattutto Nasca rischiano di essere retrocessi in Serie B per almeno due incontri. Nasca, infatti, era stato protagonista in negativo anche nel match tra Bologna e Juventus dove non era stato ravvisato un fallo da rigore ai danni del bolognese Ndoye.