Sport italiano in lutto: addio allo storico dirigente

I primi giorni del 2024 portano un nuovo lutto nel mondo dello sport per la scomparsa di un dirigente avvenuta prematuramente

Lo sport italiano è in lutto per la scomparsa di un uomo che ha saputo essere protagonista sia da atleta che dietro la scrivania con grande coraggio.

Sport italiano in lutto: addio allo storico dirigente
Lutto nel mondo sportivo (LaPresse) – sportitalia.it

Un’altra notizia luttuosa toglie il fiato agli sportivi italiani: la scomparsa è già ricordata sui social con grande commozione. L’addio alla vita terrena di uno degli uomini legati alla sfera sportiva più brillanti degli anni scorsi è stata accolta con grande tristezza dagli addetti ai lavori.

La scomparsa è avvenuta prematuramente: un brutto male ha così portato via dai suoi cari una delle menti più intriganti in campo sportivo negli ultimi tempi. I tifosi sono in lutto per la morte di Beppe Spampinato, il dirigente siciliano 62enne scomparso nei giorni scorsi.

Addio a Beppe Spampinato, una vita tra sport e politica

La morte di Spampinato è stata accolta con grande tristezza in Sicilia. I post dei tifosi e degli appassionati rendono così omaggio a una figura particolarmente brillante, impegnato nello sport e nel sociale, così come in politica. Tanti i ruoli avuti nel corso del tempo da Spampinato, avvocato di professione ma sempre particolarmente legato allo sport e al suo sviluppo in Sicilia. La perdita è così ricordata con grande affetto, le testimonianze nelle ultime ore non sono mancate.

Sport italiano in lutto: addio allo storico dirigente
Beppe Spampinato salutato con affetto da tutti (facebook) – sportitalia.it

Era stato tra i migliori saltatori in alto da giovane e vanta un particolare record: a 16 anni aveva superato, nel 1976, un metro e ottantadue di altezza e l’anno seguente si era preparato con cura a un altro record particolare. Gli allenamenti incessanti furono apprezzati e decisivi: si superò in maniera clamorosa e arrivò a 1mt e 93 cm di altezza, ancora oggi rimane suo il record per il miglior salto tra i regionali cadetti. Un traguardo che lo ha reso orgoglioso nel corso del tempo. Il suo nome resta nella storia della Sicilia sportiva.

Spampinato, oltre all’atletica, aveva coltivato varie passioni, era tra i personaggi legati al mondo dello sport sempre con grande passione. Tra i ruoli di prestigio, era stato all’interno del Coni come vicepresidente provinciale a Catania. Il suo impegno collettivo è stato apprezzato nel corso del tempo. Non è un caso come, per il suo lavoro da ex assessore regionale, è stato ricordato un po’ da tutte le correnti politiche in questi giorni. Se ne va così una figura di livello, apprezzato dai siciliani e non solo.