Addio alla Formula 1, non può gareggiare

La stagione della Formula 1 sta per cominciare con la nuova caccia alla Red Bull, ma arriva già la conferma di una rinuncia pesante

Passano i giorni e aumenta l’attesa dei tifosi di Formula 1. Perché se è chiaro a tutti che la Red Bull ripartirà da una posizione di vantaggio, le altre scuderie nel frattempo hanno lavorato a lungo. In attesa delle presentazioni ufficiali però sappiamo già che un pilota molto amato non potrà correre.

Formula 1, la stagione sta per ripartire: tutte le novità
Formula 1, la stagione sta per ripartire (Ansa Foto) – Sportitalia.it

La stagione ufficialmente partirà il 21 febbraio con i test sulla pista di Sakhir, la stessa che un paio di settimane dopo ospiterà il debutto del Mondiale. Una Gran Premio di sabato, perché la FIA e la FOM rispettano il Ramadan che quest’anno sarà a marzo.

In realtà però ci saranno novità importanti già prima, con la presentazione dei team. Max Verstappen e Sergio Perez sveleranno la nuova Red Bull l’8 febbraio, ben prima degli avversari. Il 13 toccherà alla Ferrari erede della SF-23 e il giorno successivo a Mercedes e McLaren. Come a dire le quattro che almeno sulla carta si giocheranno titoli e podi.

A tenere banco però in questo momento è soprattutto il mercato piloti che è in una situazione di calma solo apparente. Almeno tre piloti di punta, Perez ma anche Charles Leclerc e Carlos Sainz, andranno in scadenza alla fine del 2024 e per adesso non ci sono annunci sul loro rinnovo. In casa Ferrari sono attesi presto, forse già in occasione della presentazione della nuova monoposto.

Addio alla Formula 1, la decisione è definitiva e allarma tutti i fan

Però in assenza di annunci ufficiali tengono banco altre candidature. Come quella di Alexander Albon che sta facendo benissimo con la Williams. L’anglo-thailandese a 27 anni sembra aver raggiunto la piena maturità e ha chiuso la stagione 2023 con 27 punti (sui 28 conquistati dal suo team).

Colton Herta, il sogno della F1 per ora è fermo; arriva la conferma
Colton Herta, il sogno della F1 per ora è fermo (Ansa Foto) – Sportitalia.it

In teoria ha un contratto fino al 2025, ma alla fine di questa stagione se arrivasse un’offerta irrinunciabile potrebbe liberarsi. E la prospettiva di andare a Maranello, per fare coppia con Leclerc, al momento resta un’ipotesi concreta.

Poi ci sono altri nomi che sognano di entrare o rientrare. Come Mick Schumacher, per adesso esiliato nel WEC dove correrà come avversario anche di Valentino Rossi nella 24 Ore di Le Mans. Il suo nome è stato associato alla Red Bull, almeno come collaudatore, per adesso senza notizie concrete.

C’è però un fantasma che si aggira sul mondo della Formula 1. Il suo nome è Colton Herta, che da almeno due anni è nel limbo perché non riesce ad entrare. Il figlio di Brian, grande protagoniste della IndyCar, ha seguito le orme del padre ma non ha mai nascosto il suo desiderio di entrare nel mondo della Formula 1.

Lo scorso anno è stato ad un passo dall’AlphaTauri, ma non aveva i punti sulla patente necessari per correre e non li ha ancora adesso. E nonostante un contratto con la Scuderia Andretti fino al 2027, anche la prospettiva del team americano di sbarcare in F1 non è una certezze.

Lo sa anche lui che lo ha confessato amaramente, come riferisce FormulaPassion: “Probabilmente sono arrivato all’età-limite per sbarcare in Formula 1, a prescindere da Andretti. Se questo accadrà dovremo vedere quali saranno i tempi e a quale punto sarò della mia vita”. Per adesso si concentra sulla IndyCar e aspetta un segnale.