Lutto terribile nello sport italiano: un dramma per i tifosi

C’è un addio che si è consumato durante i giorni scorsi, con un lutto nello sport avvenuto dopo una lunga malattia. Non sono mancati messaggi di cordoglio 

Lutto nello sport, con un grande protagonista del passato che si è spento per sempre. A spirare e a chiudere gli occhi senza poterli riaprire mai più è stato un nome piuttosto famoso, che ha fatto fermare una intera città con la sua scomparsa.

Riccardo Puccianti morto, lutto nello sport fiorentino
Lutto nel mondo dell’atletico: morto Riccardo Puccianti (LaPresse) – Sportitalia.it

Questo recente lutto nello sport ha causato un fioccare di messaggi di cordoglio arrivati a mezzo social ed alla sensazione di avere cominciato molto male il 2024 iniziato da appena due settimane. Purtroppo la morte di questo personaggio ha gettato nello sconforto e nella tristezza tantissimi sportivi del settore. Si tratta di un personaggio capace anche di piazzare dei record assai significativi per i tempi.

In più di una circostanza lui era riuscito anche a farsi notare nella ribalta nazionale. Chi lo ha conosciuto parla di “forza della natura” per descriverlo e per parlare delle sue imprese.

È Firenze che ha scoperto di avere un figlio in meno. Perché è Riccardo Puccianti, fiorentino, ad essere scomparso. Detto Puccio, aveva 70 anni ed era affetto da molto tempo da una malattia. Puccianti era un atleta specializzato nella corsa.

Lutto nello sport, chi è il personaggio che è morto nelle scorse ore

Addio quindi a Riccardo Puccianti che ha ricevuto anche un commosso messaggio d’addio dalla FIDAL che sul proprio sito ha scritto: “L’atletica italiana si unisce al cordoglio per la scomparsa di Riccardo Puccianti, ex mezzofondista, venuto a mancare dopo aver lottato contro una malattia”.

Riccardo Puccianti morto, lutto nello sport fiorentino
Lutto nel mondo dell’atletico: morto Riccardo Puccianti (Foto Facebook) – Sportitalia.it

Già tempo dopo essersi ritirato dall’attività agonistica, Riccardo Puccianti fece una scommessa e riuscì a completare i 1500 metri in meno di quattro minuti, come ricordato da Gerardo Vaiani Lisi, oggi ds della Assi Giglio Rosso. Lo sportivo era un pregevole mezzofondista e fu attivo nel corso degli anni Settanta. Era conosciuto ed ammirato in tutti i circoli sportivi di Firenze e provincia oltre che in tanti altri disseminati per tutta la Toscana.

Dopo avere detto basta con le competizioni, Puccianti trovò un impiego nel sociale, aiutando i ragazzi disabili ed insegnando loro nuoto in varie discipline. Vinse anche due titoli italiani e partecipò agli Europei. Quel che Puccianti ha fatto è stato promuovere anzitutto i valori dello sport.

Nella giornata di sabato 13 gennaio alle ore 15:00 hanno avuto luogo i funerali di “Puccio”, all’interno della chiesa di Santa Caterina de’ Ricci a Prato, città dove lui si era stabilito da tempo.