Hamilton, non ci sono più speranze: sentenza inappellabile

Non arrivano buone notizie per Lewis Hamilton, l’ex campione del mondo alla guida della Mercedes è in seria difficoltà.

Il pilota inglese Lewis Hamilton resta uno dei più osservati. Ha siglato il rinnovo contrattuale con la sua scuderia sino al 2025, ma la nuova stagione sembra partire decisamente in salita.

Hamilton, non ci sono più speranze: sentenza inappellabile
Arriva una delusione per Hamilton (ansa foto) – sportitalia.it

Le attenzioni dei tifosi in Formula 1 sono rivolte ai grandi campioni. Max Verstappen resta l’uomo da battere, il fenomeno olandese è a caccia del suo quarto titolo mondiale consecutivo e vorrebbe insidiare il record di una leggenda ancora in corsa.

Lewis Hamilton ha vinto sette campionati di F1 ma al momento si trova in netta difficoltà. Il campione inglese non sembra poter insidiare più di tanto la Red Bull, non conquista una vittoria addirittura dal GP dell’Arabia Saudita, che si è svolto nel dicembre 2021. Più di due anni a secco e altre notizie non troppo confortanti rendono nervoso il pilota inglese.

Hamilton fuori, la sentenza dell’ex campione

La verve del driver inglese si sta perdendo in pista nel corso del tempo. Le ammissioni di Hamilton poi sono davvero particolari, nei giorni scorsi ha svelato come non sia troppo propenso a svolgere i test: ha dichiarato come spesso si dava proprio malato per non provare la macchina. La Mercedes non ha gradito molto tutto ciò e si aggiunge ora un’altra stroncatura importante: Eddie Irvine ha bocciato Hamilton per il 2024.

Hamilton, non ci sono più speranze: sentenza inappellabile
Lewis Hamilton bocciato da Eddie Irvine (ansa foto) – sportitalia.it

Eddie Irvine, pilota di lungo corso apprezzato anche con la Ferrari, ha così dato poche chance all’inglese per la lotta al titolo. L’ex compagno di Michael Schumacher ha dichiarato, ai microfoni della Gazzetta dello Sport, come tutto dipenderà da una macchina che spesso ha deluso le aspettative. Ci sarà una nuova Mercedes in pista (la W15, che sarà presentata il giorno di San Valentino), bisognerà valutare se sarà davvero competitiva sin dalla prima corsa in programma a marzo.

Eddie Irvine ha motivato per bene quali siano le perplessità in corso: “L’era dei successi di Hamilton e della Mercedes è conclusa. Il confronto con Verstappen è duro, l’olandese è più veloce e viaggia con entusiasmo”. L’ex ferrarista è curioso di capire come, tra qualche mese, Hamilton si opporrà a Verstappen: “Ora tutto dipenderà dalla Mercedes e su come possa essere competitiva: Hamilton ha l’esperienza per cogliere occasioni in qualifica e in gara, ma sarà difficilissimo vederlo conquistare l’ottavo titolo personale”.