Juventus, Giuntoli chiude il calciomercato con Djalò: verità o bluff?

La Juventus ha conquistato solo vittorie in questo 2024 e comincia concretamente a sperare di poter lottare per lo scudetto con l’Inter, ma intanto i nerazzurri li ha battuti sul calciomercato assicurandosi il difensore del Lille Tiago Djalò. Il difensore portoghese potrebbe essere l’unico acquisto della sessione invernale di calciomercato della Juventus.

Juventus, un calciomercato condizionato

La squadra bianconera deve fare i conti con un bilancio problematico che le impone di guardare al “segno” dell’indice di liquidità prima di ufficializzare un acquisto anche low cost. Ecco perché la Juve dovrà attendere la firma di Ranocchia col Palermo per ufficializzare l’arrivo di Djalò. Questi paletti impediscono alla Juve di muoversi liberamente sulle occasioni di questo calciomercato. L’idea originaria della Juventus, infatti, era quella di provare ad acquisire un centrocampista in questa sessione invernale di calciomercato. Tuttavia, questa situazione di bilancio, la difficoltà a trovare buone occasioni sul mercato e la rinascita di McKennie stanno invece spingendo la dirigenza bianconera a non toccare gli assetti della rosa.

Le parole di Giuntoli

In questo senso si è espresso ieri anche il Responsabile dell’area tecnica bianconera, Cristiano Giuntoli, che nel pre partita ha confermato che per Djalò si stanno definendo gli ultimi dettagli e ha poi aggiunto: «Abbiamo deciso di chiudere il calciomercato per il momento. Vogliamo dare fiducia ai ragazzi che hanno fatto finora un percorso straordinario”. Il riferimento è ovviamente a tutta la rosa, ma in particolare al centrocampo che, oltre a McKennie, pian piano sta scoprendo anche Nonge, talento belga della NextGen.

Niente Henderson, diretto ormai all’Ajax, niente Samardzic, che però pare essere il primo della lista per giugno insieme a Koopmeiners, niente occasioni dalla Premier come Højbjerg o Phillips. Nonostante le impreviste assenze di Pogba e Fagioli, la Juventus sul calciomercato non ha fretta e preferisce attendere la crescita dei giovani, nonché dare fiducia a Miretti e Nonge.
Peraltro, proprio ieri, mister Allegri si è nuovamente divertito a mescolare le carte e ha giocato una buona porzione del secondo tempo con Andrea Cambiaso come mezzala. Insomma, dove c’è una lacuna il tecnico livornese crea un’occasione di crescita.

Verità o bluff

A questo punto viene comunque da chiedersi se quelle di Giuntoli sul calciomercato della Juventus fossero parole vere o semplicemente delle piccole bugie per rasserenare le voci intorno ai nomi seguiti. La realtà dice che Lazar Samardzic vorrebbe spostarsi a gennaio, ma è comunque disposto ad attendere la Vecchia Signora fino all’estete. Ma se i bianconeri dovessero alla fine trovare un accordo conveniente con l’Udinese e riuscissero a piazzare Moise Kean (che comunque Allegri tiene ancora in piena considerazione, come emerso dall’intervista dopo il match ieri) altrove. Allora, forse, la Juve potrebbe anche anticipare il colpo a centrocampo.