Juventus, ufficiale l’arrivo di Tiago Djalò. Contratto fino al 2026

Dopo l’attesa e l’arrivo ieri sera a Caselle poco dopo la fine Lecce-Juventus, Tiago Djalò è da oggi diventato un nuovo giocatore bianconero. Arriva dal Lille, in cui negli ultimi mesi della scorsa stagione e in tutta la prima di questa in corso non ha potuto giocare a causa della lesione al legamento crociato subita a marzo. La Juventus lo ha acquistato ora per anticipare la scadenza del prossimo giugno, quando Djalò era promesso sposo dell’Inter. Giuntoli e Manna si sono mossi con anticipo, hanno trovato l’accordo col Lille e poi col calciatore.

Tiago Djalò alla Juventus: i dettagli dell’affare

Tiago Djalò si è trasferito alla Juventus a titolo definitivo a fronte per 3,6 milioni di euro da corrispondere al Lille, dilazionati in 3 esercizi a partire dalla prossima stagione 24/25. La società francese avrà poi la possibilità di incassare ulteriori 2,5 milioni di bonus legati a risultati e/o condizioni tecniche e sportive.
L’operazione costerà alla Juventus ulteriori 1,5 milioni di euro di oneri accessori, presumibilmente legati alle commissioni per procuratori ed intermediari.

Tiago Djalò, a livello personale, ha invece sottoscritto un contratto fino al 30 giugno 2026. L’ingaggio dovrebbe essere di circa 3,5 milioni e coi bonus dovrebbe salire a circa 4 milioni. Secondo le indiscrezioni, questa scadenza così corta, cela comunque un’opzione di rinnovo per altri due anni a favore della società.
In bianconero vestirà la maglia numero 33.

Il difensore mancante

In casa Juventus l’arrivo di Tiago Djalò copre l’assenza del sesto centrale, che a inizio stagione era Huijsen ora alla Roma. Un salto in avanti per esperienza e maturità del calciatore a disposizione. La conferma che Giuntoli e Manna sono molto attenti alle occasioni. E il portoghese era una grande occasione, giacché negli ultimi anni aveva fatto molto bene in Ligue1 con la maglia del Lille.

Curiosamente, Djalò è il secondo acquisto di questa stagione della Juventus, dopo l’arrivo estivo di Weah, ed il secondo dal club del nord della Francia. Lo stesso club che aveva fatto le fortune di Giuntoli ai tempi del Napoli, da dove l’attuale dirigente della Juventus aveva pescato Victor Osimhen. Per Tiago Djalò l’approdo alla Juventus è un ritorno in Italia, perché nel 2019 aveva già giocato alle nostro latitudini, vestendo la maglia del Milan a livello Primavera. Poi nell’estate 2019 era stato ceduto al Lille nell’operazione che aveva portato Rafa Leāo in rossonero.