Australian Open, Sinner vince contro Rublev ed è in semifinale: lo attende Novak Djokovic

Non si ferma più la corsa di Jannik Sinner agli Australian Open. Il tennista italiano, impegnato oggi in mattinata nei quarti di finale degli Australian Open, ha vinto in tre set contro il russo Andrea Rublev. Tre set a zero come nelle precedenti 4 gare senza mai perdere il servizio, sfruttando le debolezze dell’avversario e superando i momenti di difficoltà.

A livello personale, per Sinner quella raggiunta oggi è la prima semifinale all’Australian Open, dove aveva raggiunto al massimo i quarti di finale nel 2022. Per Jannik è la seconda semifinale in un torneo del Grande Slam dopo quella di Wimbledon nel 2023. Non solo, a livello di tennis italiano, Sinner è il secondo italiano a raggiungere la semifinale in Australia, dopo Berrettini nel 2022.

Il racconto del quarto di finale di Sinner all’Australian Open

Il match tra Sinner e Rublev, programmato nel centrale di Melbourne, la Rod Laver Arena è cominciato molto tardi per via del ritardo nella programmazione. I tennisti hanno scelto di attendere e giocare sul centrale, piuttosto che spostare il match sul Margaret Court. Tuttavia, ci sarà inevitabilmente qualche polemica per via dell’oraro della fine del match.

Sinner vince agevolmente il primo set

Jannik comincia con serenità il primo set tenendo il servito e con qualche difficoltà, salvando due palle break nel 4° game, si trova comunque 2-2. Il game decisivo è il quinto: Rublev compie tre errori e perde il servizio a zero. Sinner poi conduce il set in porto 6-4 con un break di vantaggio e senza concedere ulteriori palle break e compiendo il primo passo verso la semifinale dell’Australian Open.

La lotta decisiva

Il secondo set è molto equilibrato. Entrambi i giocatori concedono qualche palla break all’avversario, gli scambi sono più lunghi, il ritmo si alza. Il set dura ben più di un’ora, Sinner supera anche qualche problema fisico, e arriva al tie-break, dove Rublev sembra particolarmente ispirato. Tra grandi colpi ed errori di Sinner, il russo si porta 1-5 e sembra quasi fatta. Jannik però reagisce e piazza un doppio mini break portandosi 5-4. Sul suo servizio si guadagna il match poi e chiude sul servizio di Rublev, troppo falloso e sotto pressione causa grandi colpi di Sinner, capitola. Da 1-5, Sinner vince sei punti di fila e chiude 7-5.

Sinner volta in semifinale all’Australian Open

L’atmosfera sembra suggerire che Sinner abbia la partita e la semifinale dell’Australian Open. Rublev è molto nervoso, ma comincia bene. Dopo due palle break concesse da Sinner nel 3° game, spesso annullate dall’azzurro con grandi prime o aces, nel quinto game Rublev cede il servizio alla prima palla break. È il punto di non ritorno, Sinner chiude agevolmente la sfida sul 6-3.

Sinner-Djokovic nuovo capitolo a “casa” del serbo

Appuntamento venerdì per il match di semifinale tra Sinner e Djokovic. Il tennista italiano e il serbo si incontreranno per la quarta volta in pochi mesi dopo la due sfide delle ATP Finals e quella storica della finale di Coppa Davis, eccoci alla prima sfida 3/5 dalla semifinale di Wimbledon 2023. Allora Sinner non aveva mai vinto contro Djokovic e dovette cedere 3 set a 0. Venerdì sarà un’altra storia dopo i due recenti successi dell’altoatesino. Sinner ha dimostrato di essere arrivato molto vicino al livello del numero 1 serbo che però ha nell’Australian Open il “suo” Slam. Nole, infatti, ha vinto 10 volte il torneo di Melbourne e arriva da 33 vittorie consecutive nello Slam australiano. Numeri pazzeschi che non devono però preoccupare Sinner che è un record breaker e quale miglior record di fermare Djokovic “a casa sua”.