L’Italia vince la Coppa Davis: 47 anni dopo la prima volta

L’Italia sale sul tetto del Mondo vincendo la Coppa Davis. La squadra italiana, capitanata da Filippo Volandri è composta da Jannik Sinner, Lorenzo Musetti, Lorenzo Sonego, Matteo Arnaldi e Simone Bolelli hanno composto una squadra formidabile.

Sinner ha trascinato gli Azzurri alla conquista di una Coppa che per l’Italia mancava da 47 anni

COPPA DAVIS, ITALIA AVANTI 1-0 GRAZIE AD ARNALDI

Volandri, dopo il problema fisico di ieri di Musetti nel ko contro Kecmanovic, sceglie Arnaldi per il primo singolare di Australia-Italia. Opposto all’azzurro numero 44 del mondo, c’è il numero 40 Alexei Popyrin. Contro un avversario molto abile al servizio, ma poco mobile in campo, Arnaldi deve lottare e massimizzare ogni volta che parte scambio. Il tennista sanremese lo fa molto bene in avvio di set trovando subito un break. Popyrin reagisce immediatamente e mette a segno subito il controbreak. Arnaldi lotta con la maglia azzurra dell’Italia e in finale di set, trova il break decisivo sul 6-5 chiudendo quindi 7-5.

La gara di Arnaldi rischia di prendere la stessa piega della gara contro Van de Zandschulp. Il sanremese cede di schianto nel secondo set 6-2. Nella terza frazione, Arnaldi tiene durissimo anche nei game di servizio, quando va in difficoltà. Sul 5-4 per Arnaldi e servizio Popyrin, l’italiano gioca alla grande e trova il break decisivo chiudendo la gara e conquistando il primo punto dell’Italia nella finale di Coppa Davis. Risultato finale: 7-5 2-6 6-4.

SINNER REGALA AL TENNIS ITALIANO IL TETTO DEL MONDO

Nel secondo match della giornata, Jannik Sinner regala il punto decisivo per l’Italia per la conquista della sua seconda Coppa Davis. L’altoatesino vince in poco meno di un’ora e mezza contro Alex De Minaur. 6-3 6-0 per Jannik che schianta l’australiano, in una sfida che non aveva alcuna speranza e storia. Nessuna storia per il match tra azzurri e wallabys, che termina 2-0 e regala la seconda Coppa Davis all’Italia.