Addio improvviso in Formula 1, non la vedremo più

Gli appassionati di Formula 1 dovranno abituarsi a non vederla più sulle piste: l’addio è stato appena confermato.

Per la prima volta nella storia della Formula 1 non c’è stato neppure un cambiamento tra i piloti delle varie scuderie. Il Mondiale 2024 partirà con gli stessi protagonisti dell’anno precedente, ognuno con la medesima vettura guidata nel 2023. Tuttavia anche in F1 sono in corso dei cambiamenti importanti, sebbene riguardino altri aspetti.

Addio improvviso in Formula 1
La Formula 1 perde un pezzo importante: il cambiamento è ufficiale – Foto ANSA (Sportitalia.it)

Proprio nei giorni scorsi è arrivata l’ufficialità del ritorno del Gran Premio di Madrid, anche se sul nuovo circuito semi-cittadino in costruzione nella capitale spagnola e non sulla vecchia pista di Jaramà. La gara madrilena andrà a sostituire dal 2026 quella storica del Montmelò, a Barcellona: la F1 tornerà quindi a Madrid a distanza di 45 anni dall’ultima volta. Ma non è tutto, perché nelle ultime ore è arrivata un’altra notizia che conferma una svolta epocale per una delle dieci scuderie del Circus.

Già da qualche settimana circolavano indiscrezioni ben precise ma ora è il momento dell’ufficialità: l’AlphaTauri cambia definitivamente nome e diventa Visa Cash App RB Formula One Team. Una mossa che dovrebbe consentire alla scuderia di Faenza, ‘discendente’ della Minardi, di rafforzare ulteriormente il proprio rapporto con la Red Bull (che scatena non poche critiche da parte degli avversari).

Addio Formula 1, i tifosi dovranno abituarsi: non ci sarà più

Dopo questo cambio di nome cresce l’attesa dei tifosi per la presentazione ufficiale della nuova monoposto, che avverrà giovedì 8 febbraio a Las Vegas in un evento che si preannuncia già da ora molto spettacolare. Peter Bayer, amministratore delegato del nuovo team Visa Cash App RB, ha espresso tutta la sua soddisfazione per questa svolta che introduce il team in una nuova fase della sua storia.

Non vedremo più l'AlphaTauri: cambia tutto
L’AlphaTauri cambia definitivamente nome: si chiamerà così – Foto ANSA (Sportitalia.it)

La scuderia di Faenza, infatti, pur rimanendo fedele alla tradizione ha scelto di entrare in quella che lo stesso Bayer definisce “una nuova era“, dove è necessario avere “una visione audace“. Come accennato in precedenza, nonostante il cambio di nome la scuderia ha scelto di continuare a dare fiducia alla coppia di piloti dello scorso anno.

Alla guida dell’ormai ex AlphaTauri ci sono quindi Yuki Tsunoda e David Ricciardo, che nella passata stagione ha fatto il suo grande rientro in F1 subentrando a Nyck De Vries. Sarà un Mondiale importante soprattutto per Ricciardo, che spera di ottenere buoni risultati per continuare a coltivare il suo sogno di tornare a guidare una Red Bull: l’australiano è il principale candidato nel caso in cui la scuderia di Milton Keynes decidesse di non rinnovare il contratto di Sergio Perez, in scadenza a fine 2024.