Marquez scatenato, Moto GP ai suoi piedi: vince lui

Dopo anni complicati, segnati dai problemi alla spalla e dalla diplopia, Marc Marquez è pronto a riprendersi lo scettro

Marc Marquez sta tornando. Attenzione, perché stavolta potrebbe farlo con una moto velocissima, potente, affidabile, molto più facile da domare dell’ultima Honda, inguidabile anche per l’ormai ex compagno di team Joan Mir.

Marc Marquez, i favori del pronostico sono già tutti per lui
Marc Marquez fa sul serio: la palma del favorito è sua (LaPresse) – Sportitalia.it

L’attrazione principale del Motomondiale 2024 è certamente lui, Marc Marquez, che dopo anni passati in sella alla Honda è passato alla Ducati del Team Gresini per un binomio che ai più è apparso subito foriero di possibili grandi trionfi.

Del resto, anche nella scorsa stagione, tutti i piloti della casa di Borgo Panigale in griglia (team Factory, Pramac, VR46 e Gresini) si sono dimostrati veloci e competitivi. Ingaggiando spesso battaglie ‘in famiglia’ per la supremazia.

Com’è noto, il Mondiale è stato ancora una volta appannaggio di Pecco Bagnaia, pilota ufficiale della Rossa, che però nel 2024 dovrà sudare le proverbiali sette camicie per avere ragione di un rivale che, se sta bene fisicamente, è un fuoriclasse come se ne son visti pochi in tutta la storia del motociclismo moderno.

Otto volte campione del mondo, fenomeno di comprovato talento, magari anche discusso per uno stile di guida pericoloso per gli avversari ma anche per se stesso, il ‘Cabroncito’ è pronto a riprendersi un titolo iridato che manca dal 2019.

In Spagna non hanno dubbi: “Marquez sarà subito competitivo”

Il portale catalano ‘Elnacional.cat’ ha fatto il punto della situazione a poche settimane dall’inizio delle ostilità tra i piloti. Un po’ per campanilismo, un po’ per il pedigree che porta con sé il nativo di Cervera, Marquez è stato indicato come il favorito nella corsa al titolo mondiale.

Marc Marquez, i favori del pronostico sono già tutti per lui
Marc Marquez. la stampa catalana mostra grande ottimismo (LaPresse) – Sportitalia.it

Certo, ci vorranno alcuni Gran Premi di adattamento alla nuova moto, alla nuova conformazione, e una particolare attenzione a non incorrere in pericolose cadute che potrebbero pregiudicare la funzionalità della spalla tormentata da ben 4 operazioni chirurgiche, ma Marquez è semplicemente il migliore, sostengono in Spagna.

A poco a poco, passo dopo passo, il campionissimo metterà in riga tutti i suoi rivali, a partire da quelli che montano in sella ad una Ducati. Del resto le impressioni rilasciate nei primi test ufficiali di novembre sulla pista di Valencia sono stati eloquenti.

Dai dati nessuno fa come lui curva 8: sembra che non freni, è incredibile“, è stato il commento di Enea Bastianini,uno che la Ducati la conosce bene perché pilota ufficiale della casa italiana. Dello stesso tenore le dichiarazioni rilasciate dal Team Manager del Team Ducati ufficiale Davide Tardozzi, mentre Pecco Bagnaia non si è detto sorpreso dell’incredibile velocità già mostrata dallo spagnolo alla sua prima uscita col nuovo strumento di conquista…