Colpito in volto dall’allenatore: follia nel big match

Oramai ci stiamo abituando un po’ a tutto, ma l’ultimo episodio è clamoroso: protagonista un top player

Ha fatto il giro del mondo e non poteva essere altrimenti. Oramai negli ultimi anni ci stiamo abituando un po’ a tutto: non solo a risse e spintoni, ma anche a battibecchi tra persone che in teoria dovrebbero dare il buon esempio.

Colpito in volto dall'allenatore: follia in Germania
Follia in Bundesliga: viene colpito in faccia (Ansa) – Sportitalia.it

Quanto accaduto in un match della Bundesliga ha fatto il giro del web in men che non si dica. È stato un episodio a dir poco clamoroso, con protagonista un allenatore andato in escandescenza per motivi futili.

La rabbia agonistica ha accentuato il tutto e portato il diretto interessato a reagire in malo modo: il tecnico è stato poi espulso per la violenza perpetrata ai danni del calciatore. Ora rischia una multa molto salata, sia in termini economici che sportivi.

Bundesliga, Bjelica contro Sanè: il tecnico perde la testa

Arrivato nella capitale tedesca con il compito di sistemare una situazione ben lontana da quella della scorsa stagione, Nenad Bjelica ha esordito lo scorso 26 novembre sulla panchina dell’Union Berlino. Un percorso difficile il suo, sebbene a cavallo tra vecchio e nuovo anno abbia in qualche modo rosicchiato qualche punto alle dirette avversarie. Oggi si trova al quindicesimo posto in classifica, a soli tre punti di distanza dalla zona rovente della retrocessione occupata dal terzetto Mainz, SV Darmstadt e Colonia.

Bjelica perde la testa
Bundesliga, Bjelica perde la testa contro Sanè (Ansa) – Sportitalia.it

Ma il nome dell’ex allenatore, tra le altre, dello Spezia, sta facendo il giro del mondo a causa di un suo folle gesto messo in pratica durante un match di Bundesliga contro il Bayern Monaco dello scorso 24 gennaio. Al minuto 74, il tecnico croato si è avvicinato all’esterno Leroy Sanè e gli ha scagliato due pugni consecutivi in faccia nell’arco di pochi secondi. Una scarica di violenza con pochi precedenti alle spalle, che ha colpito tanto i calciatori del Bayern quanto quelli dell’Union, in quel momento sotto nel punteggio.

Bjelica è stato immediatamente allontanato dal terreno di gioco mentre Sanè, per fortuna, non ha subito ripercussioni gravi. Poco dopo il tecnico ha detto ai microfoni di ‘Sky Sport’ di aver reagito in quel modo poiché l’esterno ex City lo aveva provocato più volte.

La decisione del giudice sportivo è stata chiara: tre giornate di squalifica e multa da 25mila euro per il tecnico dell’Union. Non ci sarà quindi contro Darmstadt, Lipsia e Wolfsburg.