Klopp lascia il Liverpool a fine stagione. Quale futuro per l’allenatore tedesco?

Jurgen Klopp non sarà più l’allenatore del Liverpool dopo la fine di questa stagione. Il tecnico tedesco ha annunciato ieri tramite un video sui canali social dei Reds che alla fine stagione 2023/24 lascerà il club. Una decisione che ha lasciato tutti sorpresi e giunge dopo 9 lunghi anni in cui ha vinto tutto.
Sul suo futuro, ad oggi, si sa ben poco ma la certezza è che almeno per il momento dovremo abituarci all’idea di dover fare a meno a di uno dei tecnici più bravi al mondo.

Klopp addio al Liverpool dopo tanti successi

Il tecnico originario di Magonza era arrivato a Liverpool nel 2015 in un periodo difficile per il club. Dopo la delusione del campionato perso nel 2013/14, l’avventura di Brendan Rodgers ai Reds terminò con una serie di risultati negativ all’inizio dell’annata 15/16. Giocando l’Europa League, Jurgen riuscì comunque a raddrizzare almeno l’annata europeo arrivando in finale, dove venne battuto dal Siviglia.
Nonostante le capacità del tecnico e gli investimenti della società c’è voluto del tempo per far riemergere il Liverpool.

Nel 2017/18 il primo segnale. I Reds di Klopp, tornati in Champions League, conquistano la finale di Kiev contro il Real Madrid. Solo la serataccia di Loris Karius e la maggior abitudine del Real a quel tipo di serate, impediscono al Liverpool di alzare la Coppa. Klopp diventa immediatamente l’allenatore delle finali perse dopo quella di EL di due anni prima e quella Champions ai tempi del Borussia Dortmund.
Tempo al tempo, perché Klopp entra nella storia del Liverpool e della Champions. Nella stagione 2018/19, vince la Coppa a Madrid contro il Tottenham, ma soprattutto arriva in finale rimontando nella doppia sfida col Barcellona da 4-1, vince 4-0 ad Anfield contro la squadra di Messi. Un’impresa epica paragonabile solo a quella dello stesso Barcellona contro il PSG.

Il titolo a Liverpool

Merita certamente un capitolo a parte la stagione 2019/20. Se l’anno precedente, oltre la Champions League, Klopp e i Reds avevano sfiorato il titolo, perso solo a causa di un Manchester City stratosferico. L’anno dopo nel 2019/20, il Liverpool coronano un sogno. Vincono il titolo, dominando la stagione dalla prima all’ultima giornata (prima del lockdown a marzo, la squadra di Klopp era già certa del titolo, mancava solo la matematica conferma). Ma è un titolo che vale doppio perché i Reds non vincevano il campionato da 30 anni. L’ultima volta era successo nella stagione 1989/90. Un’altra impresa incredibile, firmata dal tecnico tedesco.

L’addio

Jurgen, dopo la diffusione dell’annuncio sui social, è andato in conferenza stampa pre-partita per presentare la gara di domenica in FA Cup contro il Norwich. Le domande ovviamente sono state tutte a proposito dell’annuncio. Ma Klopp ha spiegato con naturalezza che la dirigenza dei Reds ha accettato la decisione. D’altronde nel messaggio d’annuncio, Klopp aveva chiarito che si trattava di un addio dovuto alla necessità di ricaricare le batterie.

E, a quanto pare, Klopp dopo i 9 anni al Liverpool, che spera di chiudere con tanti trofei (è ancora in corsa in FA Cup e in Europa League, è primo in campionato ed è in finale di Coppa di Lega), si prenderà una pausa. Con buona pace dei tifosi, soprattutto italiani che lo avevano sognato allenare nel nostro Paese.