Ora il sogno è realtà: Sinner vola in classifica ATP, da non credere

Il successo di Sinner contro Novak Djokovic agli Australian Open catapulta l’italiano nell’olimpo del tennis. La classifica ATP fa sognare.

Battere uno come Novak Djokovic, che ha una carriera che parla per lui, non è certamente da tutti, a maggior ragione se lo si fa in giovane età. Riconoscere il talento di chi riesce a fare un’impresa simile in un torneo importante come gli Australian Open non può che essere inevitabile.

Jannik Sinner classifica ATP
La vittoria di Jannik Sinner su Djokovic lo fa entrare nella storia – Foto | ANSA – Sportitalia.it

La vittoria contro il serbo rappresenta un’ulteriore conferma delle doti di Jannik Sinner, che può rappresentare a pieno titolo il futuro del tennis italiano. Ora certamente viene il difficile, ma non parliamo solo di un eventuale trionfo nello slam che sembra essere alla portata, ma dare una prova di continuità negli anni a venire. Gran parte degli appassionati di sport sono tutti dalla parte dell’altoatesino e non potrebbe essere altrimenti.

A Melburne Jannik Sinner ha conquistato un successo che ha il sapore di un’impresa, ponendo fine a uno strapotere di Djokovic che durava da 33 vittorie consecutive.

Jannik Sinner e un successo da campione: come cambia la classifica ATP

Ora il futuro sembra davvero sorridere a Sinner, che ha la possibilità di affermarsi in modo ancora più importante. Non resta che chiedersi se in caso di affermazione in Australia lui possa diventare il numero nella classifica ATP, cartina al tornasole importante per un tennista. La risposta purtroppo è negativa (al momento è fuori dal podio solo per una posizione), ma sono molti i punti già guadagnati dall’italiano finora.

Jannik Sinner e un successo da campione: come cambia la classifica ATP
Jannik Sinner è nella storia del tennis italiano – Foto | ANSA – Sportitalia.it

Già questo non potrebbe che renderlo orgoglioso perchè gli permetterebbe di entrare ancora di più nella storia. Nessun tennista italiano, infatti, è riuscito ad arrivare così in alto nell’era open (Adriano Panatta si era fermato al quarto posto).

Il nostro tennis non può quindi che riporre tutte le speranze in Sinner, pur sapendo come ora sia importante non montarsi la testa e sapere che quanto ora lui sta facendo non possa essere considerato un fuoco di paglia. Non è però sufficiente per l’altoatesino vincere in Australia per potersi garantire il podio nella classifica ATP. La qualificazione di Medvedev alla finale rimanda questo appuntamento ma Sinner è sempre più vicino.

Ai vertici della graduatoria invece resterebbe Djokovic (è a quota a 9.855, Jannik è fermo a a 9.855 con la vittoria in semifinale), seguito da Alcaraz, numero 2 e uscito nei quarti a Melbourne per mano di Alexander Zverev, è distante a 9.255.