Formula 1, ribaltone clamoroso: addio e tradimento alla Ferrari

Potrebbero cambiare le cose in casa Ferrari, con una delle monoposto che verrebbe lasciata libera da uno dei suoi due piloti titolari.

La Ferrari potrebbe perdere una delle sue due guide principali a causa di una scadenza di contratto a fine anno. E per la quale sembra che ci siano delle difficoltà per quanto riguarda il rinnovo. Premesso che è molto probabile che i sedili della Rossa non cambino per il mondiale 2024, va detto anche che la situazione è tutta da valutare invece per quanto riguarda l’anno prossimo.

Sainz potrebbe lasciare la Ferrari a fine 2024, chi al suo posto
Ribaltone in casa Ferrari (Ansa) Sportitalia.it

E tra l’altro ci sono altre due scuderie top alle prese con la stessa situazione. Oltre alla Ferrari, anche la Red Bull e la Mercedes hanno i rispettivi piloti in scadenza. E tutto ciò potrebbe dare adito all’avverarsi di possibili scenari clamorosi per quanto concerne il mercato. Anche la stessa Ferrari sarebbe coinvolta in maniera diretta.

Charles Leclerc e Carlos Sainz Jr. fino a poco tempo fa erano entrambi in scadenza a fine anno. La Casa di Maranello però ha annunciato il rinnovo di uno di loro. E non è detto che la Ferrari voglia confermare l’altro. Molto dipenderà anche da come andrà il prossimo Campionato del mondo di Formula 1.

Ferrari, chi potrebbe andare via

Leclerc avrebbe prolungato fino al 2029. Mentre non ci sono delle novità per quanto riguarda Sainz. E se lo spagnolo dovesse andare via occorrerà guardarsi intorno. Il Cavallino Rampante avrebbe cercato di sondare qualche pista alternativa.

Sainz potrebbe lasciare la Ferrari a fine 2024, chi al suo posto
Carlos Sainz potrebbe lasciare la Ferrari (Foto Ansa) Sportitalia.it

In particolare quella che poteva condurre a Lando Norris della McLaren, che però ha siglato a sua volta un rinnovo pluriennale con la scuderia di Woking. Sainz quindi potrebbe lasciare il suo sedile ad uno tra Pierre Gasly, Esteban Ocon e Alexander Albon. C’è però anche chi ritiene possibile un approdo di Sergio Perez in Ferrari, dalla Red Bull.

Più defilati poi figurano i vari Liam Lawson, Daniel Ricciardo ed il più improbabile tra tutti, Fernando Alonso. Lo spagnolo compirà 43 anni a fine luglio. Ed a Maranello c’era già stato, ormai molto tempo fa. Alonso aveva rappresentato la Rossa dal 2010 al 2014, in alcuni casi andando vicino al titolo. In altri invece aveva fatto il massimo nonostante delle enormi difficoltà tecniche espresse dalla sua monoposto.

Adesso, non solo per una questione di età ormai molto avanzata ma anche per il suo carattere forte che più di una volta lo ha portato a scontrarsi con altre figure di rilievo, la pista che conduce ad Alonso appare del tutto irrealistica. E comunque non si esclude prima o poi anche un prolungamento di Sainz, che potrebbe arrivare a stagione in corso qualora i suoi risultati dovessero essere soddisfacenti.