Dopo l’addio di Kean, la Juventus cerca ancora il centrocampista sul calciomercato

Era evidentemente un bluff quello “giocato” da Cristiano Giuntoli poche settimane fa quando sosteneva che il calciomercato della Juventus fosse chiuso. I bianconeri infatti in queste ore hanno invece provato ad aprire canali di mercato senza risultati. Ma “il dado è tratto”, in casa Juve la ricerca del centrocampista era soltanto rinviata, e in queste ma anche nelle prossime ore potrebbe continuare. Ma i profili richiesti sono lontani da quelli che potrebbero far sognare un qualsiasi tifoso.

Juventus, Kean apre una piccola possibilità nel calciomercato bianconero

Da domenica sera Moise Kean è a Madrid per completare il suo trasferimento all’Atletico Madrid. Il centravanti azzurro ha svolto nella giornata di ieri i test fisici propedeutici al passaggio in rojiblanco e presto dovrebbe essere annunciato come nuovo Colchonero. Un trasferimento che porterà nelle casse della Vecchia Signora 500 mila euro e le permetterà di risparmiare circa 1,5 milioni di ingaggio lordo per il prestito da qui fino a giugno. L’operazione è stata imbastita in queste ultime settimane per mettere alla Juventus di equilibrare il reparto d’attacco, diventato improvvisamente affollato per via dell’esplosione di Kenan Yildiz.

L’operazione però potrebbe aver aperto anche piccoli spiragli su altri fronti del calciomercato della Juventus. Infatti, i bianconeri già dall’autunno avevano paventato l’inserimento in rosa di un nuovo centrocampista. Possibilmente un calciatore di spiccate doti offensive che possa aggiungere qualità alla manovra offensiva della squadra di Allegri e inneschi più frequentemente gli attaccanti bianconeri.

A.A.A. Cercasi mezzala offensiva

Se in precedenza la Juventus aveva considerato anche centrocampisti non spiccatamente offensivi, provenienti dall’estero come Phillips o Højbjerg. Tuttavia, i dirigenti bianconeri hanno poi dirottato le loro attenzioni al nostro campionato, puntando su Samardzic (progettando più che altro un suo arrivo in estate) ed altri. Fino a quando Giuntoli non ha dichiarato chiuso il calciomercato della Juventus, dopo l’arrivo di Djalò.

A impedire ulteriori operazioni era soprattutto l’ormai celebre “indice di liquidità” che ha costretto i bianconeri anche a cedere il giovane Ranocchia al Palermo prima di chiudere per l’acquisto del difensore portoghese. Insomma, una serie di intoppi che hanno costretto la Juventus a frenare sul calciomercato alla ricerca di un centrocampista. Ora, però con la cessione di Kean pare essersi aperto una piccola possibilità che la Juve vorrebbe sfruttare con un’operazione low-cost. Le prime idee sono state Bonaventura, per cui Allegri si è mosso in prima persona, e Pereyra. Se per l’italiano è arrivato il no perentorio della Viola, per l’argentino l’Udinese ha sparato una cifra intorno ai 3/4 milioni. Troppo per la Juventus che in questo calciomercato puntava ad un trasferimento quasi gratis o in prestito con diritto di riscatto, operazione impossibile con giocatori già da tempo over 30.